CONCORSO (scad. 6 dicembre 2010) - Concorso pubblico, per esami, per la copertura di un posto di categoria D, posizione economica 1, area tecnica, tecnico scientifica ed elaborazione dati, per le esigenze dell'Istituto nazionale per la fecondazione artificiale (INFA) dell'azienda agraria di questo Ateneo.

 
ESTRATTO GRATUITO

IL DIRIGENTE Visto il D.P.R. 10.01.1957, n. 3 e successive modifiche ed integrazioni;

Vista la legge 09.05.1989, n. 168;

Vista la legge 07.08.1990, n. 241 e successive modifiche e integrazioni;

Vista la legge 24.12.1993, n. 537, ed in particolare l'art. 5;

Visto il D.P.R. 09.05.1994, n. 487 e successive modifiche e integrazioni, per quanto applicabile alla luce dell'art. 45, comma 11, del d.lgs. 31.03.98, n. 80;

Visto il D.P.R. 28.12.2000, n. 445;

Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n.165 e s.m.i;

Visto il decreto legislativo 8 maggio 2001, n. 215;

Vista la legge 06.08.2009, n. 133 cosi' come modificata dalla legge 09.01.2009, n.1;

Visto il contratto collettivo di lavoro del personale tecnico amministrativo del Comparto Universita', sottoscritto in data 16.10.2008;

Visto il Regolamento sull'accesso all'impiego presso l'Alma Mater Studiorum - Universita' di Bologna da parte del personale tecnico-amministrativo adottato con D.R. n. 190/732 del 17.06.02, cosi' come modificato, da ultimo, con D.R. n. 460/18184 del 19.04.2010;

Viste le delibere del consiglio di amministrazione di questo Ateneo del 29.06.2010 e del 30.09.2010 con le quali e' stata approvata la programmazione del personale relativa all'anno 2010;

Visto il Piano Strategico di Ateneo per gli anni 2010 - 2013;

Valutato, alla luce dei piani programmatici in questione, che il fabbisogno attuale di professionalita' di Categoria D con competenze nell'ambito della riproduzione animale e dell'inseminazione artificiale degli animali domestici e' di n. 1 unita';

Considerato che, e' stata attivata sia la procedura di cui all'art. 34-bis d.lgs n. 165/2001, volta al reclutamento delle unita' di personale mediante mobilita' esterna, sia la procedura prevista dall'art. 57 del C.C.N.L (trasferimenti di personale del comparto);

Considerata la necessita' ed urgenza di procedere al reclutamento, poste le esigenze non piu' rinviabili dell'Istituto Nazionale per la Fecondazione Artificiale (INFA) dell'Azienda Agraria di questo Ateneo;

Ravvisata quindi la necessita' di procedere all'indizione di un concorso pubblico per un posto di categoria D, posizione economica 1, area tecnica, tecnico scientifica ed elaborazione dati, per le esigenze dell'Istituto Nazionale per la Fecondazione Artificiale (INFA) dell'Azienda Agraria di questo Ateneo, anche se sottoposto alla condizione che le procedure di mobilita' di cui sopra diano esito negativo;

Accertato che alla data odierna esiste nel bilancio di Ateneo la relativa disponibilita' finanziaria;

Dispone:

Art. 1

Numero dei posti E' indetto presso l'Alma Mater Studiorum Universita' di Bologna un concorso pubblico, per esami, per la copertura di un posto di categoria D, posizione economica 1, area tecnica, tecnico scientifica ed elaborazione dati, per le esigenze dell'Istituto Nazionale per la Fecondazione Artificiale (INFA) dell'Azienda Agraria di questo Ateneo.

La figura ricercata e' quella di un tecnico con competenze specifiche nel settore della riproduzione animale e dell'inseminazione artificiale degli animali domestici, con particolare attenzione alla raccolta del materiale seminale da soggetti maschi e alla gestione della riproduzione della femmina. Per tali scopi l'operatore avra' la responsabilita' di apparecchiature complesse, per funzionamento e manutenzione, deputate alla manipolazione del materiale seminale, alla inseminazione artificiale e alla diagnostica genitale strumentale.

La professionalita' ricercata dovra' inoltre conoscere la legislazione che regola la riproduzione animale e le normative sanitarie nazionali ed internazionali per lo scambio di materiale riproduttivo. Dovra' essere infine in grado di utilizzare i sistemi informatici indispensabili alla registrazione, conservazione e trasmissione dei dati.

La persona sara' adibita, in linea di massima, alle seguenti attivita':

prelievo, valutazione e conservazione del materiale seminale;

esame clinico e strumentale della funzione riproduttiva nella femmina;

inseminazione artificiale, anche con l'utilizzo di tecniche non convenzionali;

gestione di un laboratorio per la riproduzione animale.

L'Amministrazione garantisce parita' e pari opportunita' tra uomini e donne per l'accesso al lavoro ed il trattamento nei luoghi di lavoro.

La sede di servizio per la quale il presente bando viene indetto e' Cadriano - Granarolo dell'Emilia (Bologna).

L'Amministrazione si riserva la possibilita' di utilizzare la graduatoria di merito anche per soddisfare future ed eventuali esigenze, anche temporanee, non solo per la sede di Cadriano Granarolo dell'Emilia (Bologna) ma anche per quelle di Bologna,

Forli', Cesena, Rimini e Ravenna.

Art. 2

Requisiti generali di ammissione Per l'ammissione al concorso e' richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

1) cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini italiani gli italiani non appartenenti alla Repubblica) o cittadinanza di uno degli Stati membri dell'Unione europea;

2) Titolo di studio: diploma di laurea V.O. di Medicina e Veterinaria; N.O. (D.M. 509/99; D.M. 270/2004) laurea specialistica/magistrale appartenente alla classe 47/S (Medicina Veterinaria).

I candidati che hanno conseguito il titolo di studio all'estero dovranno allegare la traduzione del titolo autenticata dalla competente rappresentanza diplomatica o consolare italiana nonche' la documentazione relativa all'equipollenza o quella relativa al riconoscimento accademico. In alternativa al decreto di equipollenza o di riconoscimento potra' essere presentata copia della richiesta degli stessi. In quest'ultimo caso i candidati saranno ammessi con riserva.

L'equipollenza o il riconoscimento del titolo di studio devono comunque essere posseduti al momento dell'assunzione.

3) eta' non inferiore agli anni 18;

4) idoneita' fisica all'impiego. L'amministrazione ha facolta' di sottoporre a visita medica di controllo il candidato convocato per la stipula del contratto di lavoro, in base alla normativa vigente;

5) di essere in posizione...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA