2011 POPOLARE BARI SPV S.R.L. Societa' a responsabilita' limitata con socio unico

 
ESTRATTO GRATUITO

Iscritta nell'elenco delle societa' veicolo tenuto dalla Banca d'Italia ai sensi del provvedimento della Banca d'Italia del 29 aprile 2011 al n. 336842

Avviso di cessione di crediti pro soluto ai sensi della legge n. 130 del 30 aprile 1999 (la "Legge sulla Cartolarizzazione") e dell'articolo 58 del decreto legislativo n. 385 del 1° settembre 1993, come successivamente modificato e integrato (il "Testo Unico Bancario") - ed informativa ai debitori ceduti sul trattamento dei dati personali, ai sensi dell'articolo 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (il "Codice della Privacy").

2011 Popolare Bari SPV S.r.l. (la "Societa'") comunica che in data 14 novembre 2011 ha concluso con Banca Popolare di Bari S.c.p.a. ("Banca Popolare di Bari") e Cassa di Risparmio di Orvieto S.p.a. ("Cassa di Risparmio di Orvieto" e, insieme a Banca Popolare di Bari, le "Banche Cedenti" e, ciascuna una "Banca Cedente") due contratti di cessione di crediti pecuniari individuabili in blocco ai sensi e per gli effetti della Legge sulla Cartolarizzazione e dell'articolo 58 del Testo Unico Bancario (i "Contratti di Cessione"). In virtu' dei Contratti di Cessione, la Societa' ha acquistato pro soluto dalle Banche Cedenti, con effetti economici dal 12 novembre 2011 (la "Data di Godimento"), tutti i crediti per capitale residuo, nonche' gli interessi (anche di mora) maturati a tale data (compresi gli interessi, diversi dagli interessi di mora, maturati ma non ancora scaduti a tale data) e gli interessi che matureranno a partire da tale data, commissioni, penali ed altri pagamenti a titolo di estinzione anticipata dei mutui, accessori, spese, danni, indennizzi ed ogni altra somma eventualmente dovuta in base ai relativi contratti di mutuo stipulati dalle Banche Cedenti (i "Contratti di Mutuo"), ivi inclusi i crediti nascenti dalle polizze assicurative stipulate in relazione ai Contratti di Mutuo, crediti individuabili in blocco ai sensi delle citate disposizioni, qualificabili come in bonis in base alla normativa emanata dalla Banca d'Italia e selezionati tra quelli che al 30 giugno 2011 (inclusa) e al 30 settembre 2011 (inclusa) (ciascuna una "Data di Valutazione") o alla specifica data indicata in relazione al relativo criterio, soddisfino i seguenti criteri di selezione comuni a tutte le Banche Cedenti (i "Criteri" e complessivamente i "Crediti"): (i) mutui denominati in Euro e derivanti da Contratti di Mutuo nei quali non vi siano previsioni che ne permettano...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA