PIAZZA VENEZIA S.R.L. -

 
ESTRATTO GRATUITO

Avviso di cessione di crediti, pro soluto e in blocco, ai sensi del combinato disposto dell'articolo 4 della legge 30 aprile 1999, n. 130 (la "Legge 130") e dell'articolo 58 del d.lgs. n. 385 del 1 settembre 1993, come successivamente modificato e integrato (il "TUB") ed informativa ai debitori ceduti sul trattamento dei dati personali, ai sensi dell'articolo 13 del d.lgs. 30 giugno 2003, n. 196, come successivamente modificato e integrato (il "Codice Privacy"). Piazza Venezia S.r.l. ("Piazza Venezia") comunica che, con contratto di cessione concluso in data 31 maggio 2013 ai sensi degli articoli 1 e 4 della Legge 130 (il "Contratto di Cessione"), ha acquistato pro soluto e in blocco da Banca Popolare di Vicenza S.c.p.A., con sede legale in Vicenza, Via Btg. Framarin 18, C.F., Partita IVA e n. iscrizione al Registro delle Imprese di Vicenza 00204010243, iscritta nell'albo delle banche di cui all'art. 13 del TUB al n. 1515 e, in qualita' di capogruppo del Gruppo Bancario Banca Popolare di Vicenza, al n. 5728.1 dell'albo dei gruppi bancari di cui all'art. 64 del TUB ("BPVi"), con efficacia economica dalle ore 00:01 del 1 giugno 2013 (la "Data di Efficacia"), tutti i crediti per capitale, interessi (anche di mora), spese ed altri accessori derivanti da contratti di mutuo chirografari e ipoecari (i "Contratti di Mutuo") che, alla data del 30 aprile 2013 (la "Data di Valutazione"), ovvero alle diverse date di seguito indicate, soddisfino cumulativamente i seguenti criteri (i "Crediti"): (i) siano denominati in Euro e derivino da Contratti di Mutuo che non prevedano la conversione in diversa valuta;

(ii) derivino da Contratti di Mutuo regolati dalla legge italiana;

(iii) i cui debitori siano classificati da BPVi alla Data di Valutazione come in bonis (nel significato di cui alle istruzioni contenute nella Circolare della Banca d'Italia n. 272 del 30 luglio 2008 (Matrice dei Conti);

(iv) i cui debitori appartengano a una delle seguenti categorie di Settore Attivita' Economica (SAE), secondo i criteri di classificazione definiti dalla Banca d'Italia con circolare n. 140 dell'11 febbraio 1991, come successivamente modificata e integrata (Istruzioni relative alla classificazione della clientela per settori e gruppi di attivita' economica): 256 (Holding finanziarie private), 267 (Altri Organismi di investimento collettivo del risparmio), 268 (Altre finanziarie), 280 (Mediatori, agenti e consulenti di assicurazione), 430 (Imprese produttive), 431 (Holding private), 480 (Unita' o societa' con 20 o piu' addetti), 481 (Unita' o societa' con piu' di 5 e meno di 20 addetti), 482 (Societa' con meno di 20 addetti), 490 (Unita' o societa' con 20 o piu' addetti), 491 (Unita' o societa' con piu' di 5 e meno di 20 addetti), 492 (Societa' con meno di 20 addetti), 614 (Artigiani), 615 (Altre famiglie produttrici);

(v) che alla Data di Valutazione non presentino piu' di una rata scaduta e non pagata;

(vi) derivino da Contratti di Mutuo con scadenza successiva al 31 maggio 2013 e con scadenza anteriore o uguale al 30 giugno 2039;

(vii) derivino da Contratti di Mutuo aventi data di stipulazione successiva o uguale al 1 gennaio 2000 e antecedente o uguale al 30 aprile 2013;

(viii) il cui debito residuo in linea capitale sia, alla Data di Valutazione, uguale o superiore ad Euro 2.500 (duemilacinquecento) ed inferiore o uguale ad Euro 13.500.000 (tredicimilioni cinquecentomila);

(ix) il cui importo in linea capitale alla data di stipula del relativo Contratto di Mutuo sia uguale o superiore ad Euro 10.000 (diecimila) ed inferiore o uguale ad Euro 25.000.000 (venticinquemilioni);

(x) siano interamente erogati e per i quali non sussista alcun obbligo di, ne' sia possibile, effettuare ulteriori erogazioni (ad esclusione, per chiarezza, dei mutui SAL che, alla Data di Valutazione, prevedano ulteriori erogazioni sulla base dello stato avanzamento lavori);

(xi) nel caso di mutui ipotecari, i cui beni immobili costituiti in garanzia siano ubicati nel territorio della Repubblica Italiana;

(xii) i cui debitori e i relativi garanti siano (i) persone fisiche residenti in Italia o (ii) persone giuridiche costituite ai sensi dell'ordinamento italiano ed aventi sede legale in Italia;

(xiii) siano identificati da uno dei seguenti NDG: CONS, COOP, DI, FISPA, FISRL, PF, SAS, SNC, SPA, SRL e SS;

(xiv) siano identificati da uno dei seguenti "codice prodotto": CIB, CIM, FEM, IIM;

(xv) siano identificati da uno dei seguenti "codice sub-prodotto": 135, 162, 308, 311, 724, 00C, 01N, 02N, 03C, 03N, 04C, 04N, 05C, 05N, 06C, 08N, 13C, 17C, 19C, 20C, 33C, 35C, 36C, 86C, 87C, 89C, A00, A01, A02, A06, A08, A09, A13, A14, A15, A17, A24, A26, A50, A51, A60, A61, B01, B02, B03, B04, B05, B10, B11, B13, B15, B16, B20, B21, B26, B33, B34, M01, M02, P23, U61, X04, Y06, Y17;

(xvi) derivino da Contratti di Mutuo che prevedano, a seconda del caso, l'applicazione del tasso fisso per l'intera durata del contratto o l'applicazione del tasso variabile (incluso il tasso variabile con cap) per l'intera durata del contratto;

(xvii) nel caso di mutui a tasso fisso, derivino da Contratti di Mutuo che prevedano un tasso di interesse almeno pari o superiore al 2,5% (due virgola cinque per cento);

(xviii) nel caso di mutui a...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA