Determinazione del fondo perequativo da attribuire alle regioni a statuto ordinario per l'anno 1998, ai sensi dell'art. 3, commi 2 e 3, della legge 28 dicembre 1995, n. 549

 
ESTRATTO GRATUITO

 

MINISTERO DEL TESORO, DEL BILANCIO

E DELLA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

DECRETO 19 maggio 1998.

Determinazione del fondo perequativo da attribuire alle regioni a

statuto ordinario per l'anno 1998, ai sensi dell'art. 3, commi 2 e 3,

della legge 28 dicembre 1995, n. 549.

L'ISPETTORE GENERALE CAPO

per la finanza del settore pubblico allargato

Vista la legge 28 dicembre 1995, n. 549, recante "Misure di

razionalizzazione della finanza pubblica";

Visto l'art. 3 della predetta legge n. 549/1995, ed in particolare

i commi 1, 2 e 3, con i quali e' stato provveduto, rispettivamente:

a disporre la cessazione, a decorrere dall'anno 1996, dei

finanziamenti in favore delle regioni a statuto ordinario previsti

dalle norme richiamate nella tabella B allegata alla stessa legge n.

549/1995, per gli importi complessivi indicati nella successiva

tabella C (col. a), anch'essa allegata alla legge in esame,

intendendosi trasferite alla competenza regionale le relative

funzioni;

a disporre l'istituzione, a decorrere dall'anno 1997, nello stato

di previsione del Ministero del tesoro, di un fondo perequativo, ai

fini della corresponsione alle regioni a statuto ordinario di un

importo pari alla differenza tra l'ammontare del gettito regionale

relativo all'accisa sulla benzina (lire 350/litro) realizzato

nell'anno 1996, ai sensi del comma 12 dello stesso art. 3 di cui

trattasi, e l'ammontare di trasferimenti ai sensi del predetto comma

1 cosi' come indicati nella gia' richiamata tabella C (col. a),

nonche' a prevederne la dinamica di crescita per gli anni successivi

in relazione al tasso programmato di inflazione cosi' come

individuato dal documento di programmazione conomicofinanziaria;

ad individuare i criteri per l'attribuzione, a partire dall'anno

1998, alle singole regioni a statuto ordinario degli aumenti

percentuali come sopra previsti, rapportandoli alla differenza,

calcolata sui valori per abitante, tra importo dei trasferimenti

soppressi rilevato nella tabella C sopra richiamata e gettito

dell'accisa rilevato due anni prima;

Considerato che per la determinazione del sopra richiamato

risultato differenziale per l'anno 1997, pari a complessive lire

4.418 miliardi (col. ba della tabella C), da corrispondere alle

regioni a statuto ordinario quale fondo perequativo per lo stesso

anno, l'ammontare del gettito 1996 derivante dalla quota dell'accisa

sulla benzina attribuita alle medesime regioni ai sensi del sopra

richiamato comma 12, e' stato provvisoriamente considerato

nell'importo stimato di complessive lire 6.862 miliardi, secondo la

distribuzione evidenziata alla col. ( b) della tabella C sopra

richiamata, in attesa di conoscere i dati definitivi del gettito

realizzato nell'anno in questione;

Considerato, peraltro, che al sensi del comma 5 dello stesso art. 3

piu' volte...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA