Ordinanze di rinvio alla Corte costituzionale

Autore:Casa Editrice La Tribuna
Pagine:345-
RIEPILOGO

Notificazioni in materia penale - Nullità - Inosservanza del disposto di cui all'art. 157, settimo comma, c.p.p. - Omessa previsione - Questione di legittimità costituzionale.

 
ESTRATTO GRATUITO

Page 345

@PRETURA DI LIVORNO Ord. di rinvio 26 febbraio 1999. Et. Ferraiuolo - Imp. Chistoni.

Notificazioni in materia penale - Nullit‡ - Inosservanza del disposto di cui all'art. 157, settimo comma, c.p.p. - Omessa previsione - Questione di legittimit‡ costituzionale.

Non Ë manifestamente infondata, in riferimento all'art. 3 Cost., la questione di legittimit‡ costituzionale dell'art. 171 c.p.p., nella parte in cui non prevede come causa di nullit‡ la mancata osservanza della disposizione dettata dall'art. 157, settimo comma, c.p.p. (C.p.p., art. 171) (1).

    (1) Per utili riferimenti, v. Cass. pen., sez. V, 22 settembre 1998, Tobia, in questa Rivista 1998, 887 e Cass. pen., sez. V, 20 novembre 1997, Di Cola, ivi 1998, 467.


(Omissis). - Con decreto di citazione in data 5 agosto 1997 Chistoni Nara Ë stata rinviata a giudizio per rispondere dei delitti ex artt. 3 e 12, terzo comma, legge n. 112/35 e 2, comma 1 bis, D.L. n. 463/1993.

All'udienza del 2 dicembre 1998, su eccezione del P.M., il pretore ordinava che fosse rinnovata la citazione a giudizio poichÈ dalla relazione di notificazione, avvenuta ai sensi dell'art. 157, comma 8 c.p.p., non risultava che l'ufficiale giudiziario avesse proceduto nuovamente alla ricerca dell'imputata, tornando nei luoghi indicati dai commi 1 e 2 dell'art. 157, come esigono per l'appunto l'art. 157, comma 7 c.p.p. e l'art. 59 disp. att. c.p.p. affinchÈ sia legittima la notificazione con la procedura del comma 8.

All'odierna udienza, cui il procedimento era stato rinviato, si doveva constatare nuovamente l'omessa osservanza del disposto dell'art. 157, comma 7 c.p.p.

Tali essendo i fatti, la norma che dovrebbe trovare applicazione Ë quella dettata dall'art. 487 c.p.p., posto che l'imputata non Ë comparsa e non ricorre la condizione ex art. 485 c.p.p., quanto meno perchÈ dopo due notificazioni Ë lecito ipotizzare (e questo giudice ipotizza) che il mancato ritiro del plico presso la casa comunale sia volontario o colposo.

Dunque, in base alla prima parte dell'art. 487, comma 1 si dovrebbe...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA