Ordinanza Nº 57571 della Corte Suprema di Cassazione, 19-12-2018

Data di Resoluzione:19 Dicembre 2018
 
ESTRATTO GRATUITO
ORDINANZA
sul ricorso proposto da
Boujadda Salah, nato in Marocco il 16/10/1981
avverso la sentenza del 09/01/2018 della Corte di appello di Venezia
RITENUTO IN FATTO E CONSIDERATO IN DIRITTO
1.
Il difensore di fiducia dell'imputato, Boujadda Salah, ricorre in
cassazione per l'annullamento della sentenza della Corte di appello di
Venezia che, preso atto del concordato intervenuto tra imputato e P.g. ai
sensi dell'art. 599-bis cod. proc. pen., ha rideterminato la pena in quella di
due anni e quattro mesi di reclusione ed euro quattro mila di multa per i
reati di cui agli artt. 81, secondo comma, cod. pen. e 73, comma 5, d.P.R.
n. 309 del 1990.
2.
Con unico motivo, il difensore denuncia vizio di motivazione e
violazione di legge in relazione all'art. 129 cod. proc. pen. non avendo la
Corte territoriale motivato sulla insussistenza delle cause di proscioglimento.
Penale Ord. Sez. 6 Num. 57571 Anno 2018
Presidente: PAOLONI GIACOMO
Relatore: SCALIA LAURA
Data Udienza: 08/11/2018
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA