Ordinanza Nº 48501 della Corte Suprema di Cassazione, 24-10-2018

Data di Resoluzione:24 Ottobre 2018
 
ESTRATTO GRATUITO
ORDINANZA
sul ricorso proposto da
FALL MAGATTE n. in Senegal il 20/10/1974
avverso la sentenza resa dalla Corte d'Appello di L'Aquila in data 21/4/2017
-
dato atto del rituale avviso alle parti;
-
sentita la relazione del Consigliere Anna Maria De Santis
FATTO E DIRITTO
1.Con l'impugnata sentenza la Corte d'Appello di L'Aquila, in parziale riforma della decisione
del Tribunale di Pescara, dichiarava l'estinzione per prescrizione del delitto ex art. 474 cod.pen.
ascritto all'imputato; confermava il giudizio di responsabilità per il delitto di ricettazione di
merce con marchi contraffatti, rideterminando la pena- previo riconoscimento dell'ipotesi
attenuata- in anni uno di reclusione ed euro 300,00 di multa.
2.Ha proposto ricorso per Cassazione il difensore dell'imputato, deducendo la mancanza o
mera apparenza della motivazione a) con riguardo alle doglianze formulate in ordine
all'affermazione di responsabilità dell'imputato per gli addebiti ascrittigli nonché in relazione al
diniego della sospensione condizionale della pena; b) la violazione del principio dell'onus
probandi e del principio dell'onere della prova di cui all'art. 27 Cost.
1
Penale Ord. Sez. 7 Num. 48501 Anno 2018
Presidente: PRESTIPINO ANTONIO
Relatore: DE SANTIS ANNA MARIA
Data Udienza: 02/10/2018
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA