Ordinanza Nº 46066 della Corte Suprema di Cassazione, 13-11-2019

Data di Resoluzione:13 Novembre 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
ORDINANZA
sul ricorso proposto da
DU XIAOLE n. in Cina il 24/3/1975
avverso la sentenza resa dalla Corte d'Appello di Firenze in data 8/1/2018
-
dato atto del rituale avviso alle parti;
-
letta la memoria a firma del difensore pervenuta il 19/9/2019;
-
sentita la relazione del Consigliere Anna Maria De Santis
FATTO E DIRITTO
1.Con l'impugnata sentenza la Corte d'Appello di Firenze, in riforma della decisione assolutoria
del Tribunale di Prato in data 14/3/2014 e in accoglimento dell'impugnazione del P.g.,
dichiarava l'estinzione per maturata prescrizione del delitto ex art. 474 cod.pen. ascritto
all'imputata e consistente nella detenzione a fini di vendita di oltre duemila articoli e oggetti di
bigiotteria recanti marchi contraffatti; dichiarava la penale responsabilità della prevenuta in
relazione al delitto di ricettazione e, concesse le circostanze attenuanti generiche, la
condannava alla pena di anni uno, mesi quattro di reclusione ed euro 600,00 di multa.
2.Ha proposto ricorso per Cassazione il difensore dell'imputata, deducendo la mancanza di
motivazione in ordine alla sussistenza del delitto di cui all'art. 474 cod.pen., senza considerare
la grossolanità della contraffazione e la conseguente inettitudine a trarre in inganno i
consumatori nonché l'illogicità e contraddittorietà della motivazione in relazione alla ritenuta
sussistenza del delitto di ricettazione.
1
Penale Ord. Sez. 7 Num. 46066 Anno 2019
Presidente: AGOSTINACCHIO LUIGI
Relatore: DE SANTIS ANNA MARIA
Data Udienza: 08/10/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA