Ordinanza Nº 39083 della Corte Suprema di Cassazione, 28-08-2018

Data di Resoluzione:28 Agosto 2018
 
ESTRATTO GRATUITO
ORDINANZA
sui ricorsi proposti da:
DE LEO MICHELE nato il 09/01/1979 a BARI
QUARTO LORENZO nato il 30/03/1971 a BARI
avverso la sentenza del 29/09/2017 della CORTE APPELLO di BARI
sentita la relazione svolta dal Consigliere FABIO DI PISA
FATTO E DIRITTO
1.
La Corte di Appello di Bari, con sentenza del 06/11/2017, in parziale riforma della
sentenza del G.U.P. del Tribunale di Trani in data 04/11/2016, appellata da DE LEO Michele e
QUARTO Lorenzo condannati alla pena di giustizia per il reato di concorso in rapina aggravata,
in esso assorbito il reato di cui all' art. 614 cod. pen., a seguito di concordato fra le parti con
rinunzia dei motivi di appello ex art. 599
bis
cod. proc. pen. ha rideterminato la pena a carico
dei predetti, previa concessione delle attenuanti generiche, rispettivamente in anni quattro e
mesi due di reclusione ed euro 2.600,00 di multa ed in anni tre e mesi otto di reclusione ed
euro 2.600,00 di multa.
2.
DE LEO Michele e QUARTO Lorenzo, hanno proposto, a mezzo dei loro difensori,
ricorsi per Cassazione avverso la suindicata pronunzia deducendo, entrambi, con identico
motivo violazione di legge per non avere la Corte Territoriale valutato adeguatamente la
sussistenza dei presupposti per l' adozione di una pronunzia di proscioglimento.
1
t52.-
Penale Ord. Sez. 2 Num. 39083 Anno 2018
Presidente: CERVADORO MIRELLA
Relatore: DI PISA FABIO
Data Udienza: 15/05/2018
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA