Ordinanza Nº 33260 della Corte Suprema di Cassazione, 21-12-2018

Data di Resoluzione:21 Dicembre 2018
 
ESTRATTO GRATUITO
ORDINANZA
sul ricorso iscritto al n. 1271/2012 R.G. proposto da
SUSANNA CARINI, rappresentata e difesa dall'avv. Valerio Di Gravio,
elettivamente domiciliata presso il suo studio in Roma, via Pinciana n. 25.
- ricorrente -
contro
AGENZIA DELLE ENTRATE, in persona del direttore
pro tempore,
rappresentata dall'Avvocatura Generale dello Stato, con domicilio legale in
Roma, via dei Portoghesi, n. 12, presso l'Avvocatura Generale dello Stato.
- controricorrente -
avverso la sentenza della Commissione tributaria regionale della
Toscana, sezione n. 24, n. 5/24/11, pronunciata il 15/10/2010, depositata il
14/01/2011.
Udita la relazione svolta nella camera di consiglio del 18 ottobre 2018
dal Consigliere Riccardo Guida.
FATTI DI CAUSA
Con due distinti avvisi di accertamento, uno relativo all'anno d'imposta
2003, l'altro relativo al 2004, l'Agenzia delle entrate recuperò a tassazione,
ai fini IRPEF, maggiori redditi non dichiarati da Susanna Carini derivanti
Civile Ord. Sez. 5 Num. 33260 Anno 2018
Presidente: LOCATELLI GIUSEPPE
Relatore: GUIDA RICCARDO
Data pubblicazione: 21/12/2018
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA