Ordinanza Nº 25261 della Corte Suprema di Cassazione, 15-12-2015

Data di Resoluzione:15 Dicembre 2015
 
ESTRATTO GRATUITO
ORDINANZA
sul ricorso 9429-2014 proposto da:
GUZZINI MAURO, elettivamente domiciliato in ROMA, VIA G.B.
VICO 1, presso lo studio dell'avvocato ROBERTO CARLINO, che lo
rappresenta e difende unitamente all'avvocato LORENZO
PROSPERI MANGILI, giusta procura in calce al ricorso;
- ricorrente -
contro
INPS - ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE, in
persona del legale rappresentante pro-tempore, elettivamente
domiciliato in -ROMA, VIA CESARE BECCARIA 29, negli uffici
dell'Avvocatura Centrale dell'Istituto rappresentato e difeso dagli avv.ti
ANTONELLA PATTERI, LUIGI CALIULO, SERGIO PREDEN,
giusta procura a margine del controricorso;
- contraticorrente -
E
5
Civile Ord. Sez. 6 Num. 25261 Anno 2015
Presidente: CURZIO PIETRO
Relatore: FERNANDES GIULIO
Data pubblicazione: 15/12/2015
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
avverso la sentenza n. 9295/2012 della CORTE D'APPELLO di
ROMA, depositata il 16/08/2013;
udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del
20/10/2015 dal Consigliere Relatore Doti. GIULIO FERNANDES;
udito l'Avvocato SERGIO PREDEN, che si riporta agli scritti e
chiede il rigetto del ricorso.
FATTO E DIRITTO
La causa è stata chiamata all'adunanza in camera di consiglio del 20
ottobre 2015, ai sensi dell'art. 375 c.p.c. sulla base della seguente
relazione redatta a norma dell'art. 380 bis c.p.c.:
"Con sentenza del 16 agosto 2013 la Corte di Appello di Roma, in
riforma della decisione del Tribunale di Velletri che l'aveva accolta,
rigettava la domanda proposta da Guzzini Mauro nei confronti
dell'I.N.P.S. volta ad ottenere il ricalcolo della somma erogatagli
dall'istituto al momento del pensionamento, posteriore al luglio del
1997, a titolo di liquidazione in capitale di una quota del trattamento
pensionistico a carico del Fondo Volo al quale il predetto era iscritto
quale dipendente della Alitalia S.p.A. in applicazione della tabella di
coefficienti pubblicata dal Ministero del Lavoro con D.M. 19/2/1981
emanata ai sensi dell'art. 13 L. n. 1138 del 1962 per il calcolo della
riserva matematica ( più favorevole di quella utilizzata dall'Istituto).
La Corte territoriale faceva proprie le motivazioni di cui alla
decisione di questa Corte a Sezioni Unite n. 22154 del 6 ottobre 2009
secondo cui, al caso in esame, di pensionato collocato a riposo dopo il
1° luglio 1997, dovevano essere applicati i coefficienti di cui alle Tabelle
allegate alla Delibera del Consiglio di Amministrazione dell'INPS del 4
agosto 2005 n. 302 e non quelli di cui al D.M. 19.2.1981.
Avverso tale sentenza propone ricorso il Guzzini affidato a due
motivi.
-2-
Ric. 2014 n. 09429
sez.
MI - ud. 20-10-2015
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA