Ordinanza Nº 18644 della Corte Suprema di Cassazione, 06-05-2019

Data di Resoluzione:06 Maggio 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
ORDINANZA
sul ricorso proposto da
DIOP FARA n. in Senegal il 17/9/1984
avverso la sentenza resa dalla Corte d'Appello di Cagliari- Sezione Distaccata di Sassari- in
data 9/1/2018
-dato atto del rituale avviso alle parti;
-sentita la relazione del Consigliere Anna Maria De Santis
FATTO E DIRITTO
1.Con l'impugnata sentenza la Corte d'Appello di Cagliari- Sezione Distaccata di Sassari-
confermava la decisione del Tribunale di Nuoro, che aveva riconosciuto l'imputato colpevole
della ricettazione di beni con marchi contraffatti e della detenzione a fini di vendita degli stessi,
condannandolo - previo riconoscimento dell'attenuante speciale di cui all'art. 648,comma 2,
cod.pen e delle attenuanti generiche- alla pena di giorni 24 di reclusione ed euro 60,00 di
multa.
2.Ha proposto ricorso per Cassazione il difensore del Diop, deducendo la violazione di legge e
la manifesta illogicità della motivazione con riguardo: a) all'assenza di prova in ordine alla
contraffazione dei marchi e alla mancata considerazione della grossolanità della stessa; b) alla
consapevolezza della provenienza illecita della merce caduta in sequestro; c) alla mancata
applicazione dell'esimente di cui all'art. 131 bis cod.pen.
1
495-/
Penale Ord. Sez. 7 Num. 18644 Anno 2019
Presidente: CERVADORO MIRELLA
Relatore: DE SANTIS ANNA MARIA
Data Udienza: 15/01/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA