Ordinanza Nº 15422 della Corte Suprema di Cassazione, 09-04-2019

Data di Resoluzione:09 Aprile 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
ORDINANZA
sul ricorso proposto da
PENE PAPA GALLO n. in Senegal il 28/5/1984
avverso la sentenza resa dalla Corte d'Appello di Genova in data 7/2/2018
-
dato atto del rituale avviso alle parti;
-
sentita la relazione del Consigliere Anna Maria De Santis
FATTO E DIRITTO
1.Con l'impugnata sentenza la Corte d'Appello di Genova confermava la decisione del locale
Tribunale, che aveva riconosciuto l'imputato colpevole dei delitti di ricettazione di merce
recante marchi contraffatti e della detenzione della stessa a fini di vendita,condannandolo, in
esito a giudizio abbreviato e ritenuta la particolare tenuità del fatto ex art. 648, comma 2,
cod.pen., alla pena di mesi due di reclusione ed euro cento di multa con i doppi benefici di
legge.
2.Ha proposto ricorso per Cassazione il difensore dell'imputato, deducendo il vizio della
motivazione in relazione all'affermata responsabilità dell'imputato per gli addebiti ascrittigli .
3. Il ricorso è inammissibile per manifesta infondatezza delle doglianze proposte, avendo la
sentenza d'appello evaso le doglianze difensive con congruo apparato argomentativo, negando
attendibilità alla tesi di un errore percettivo degli operanti che avrebbero scambiato l'acquisto
della merce contraffatta da parte dell'imputato per un tentativo di vendita.
1
QL
Penale Ord. Sez. 7 Num. 15422 Anno 2019
Presidente: GALLO DOMENICO
Relatore: DE SANTIS ANNA MARIA
Data Udienza: 15/03/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA