Ordinanza Nº 10300 della Corte Suprema di Cassazione, 03-05-2013

Data di Resoluzione:03 Maggio 2013
 
ESTRATTO GRATUITO
ORDINANZA
sul ricorso ai sensi dell'art. 41 c.p.c., iscritto al n. 4163
del Ruolo Generale degli affari civili del 2012, proposto
DA
COMUNE DI ELMAS,
chiamante in causa nel processo in cui si
chiede il presente regolamento, in persona del sindaco p.t.
autorizzato a stare in giudizio da delibera della G.M. n. 121
del 30 dicembre 2011 e determinazione del responsabile del
settore Affari generali n. 4 del 10 gennaio 2012,
elettivamente domiciliato in Roma, alla Via Portuense n. 104
presso Antonia De Angelis, rappresentato e difeso dall'avv.
Gianmarco Tavolacci (fax
n.
tel.
070/660011 e p.e.c.
Civile Ord. Sez. U Num. 10300 Anno 2013
Presidente: PREDEN ROBERTO
Relatore: FORTE FABRIZIO
Data pubblicazione: 03/05/2013
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
avv.gianmarcotavolacci@legalmail.it
),
che lo rappresenta e
difende, per procura a margine del ricorso.
RICORRENTE
CONTRO
E.N.A.C. ENTE NAZIONALE PER L'AVIAZIONE CIVILE, MINISTERO
DELLA DIFESA
e
A.N.A.S.
s.p.a.,
chiamati in causa
nell'azione risarcitoria contro il ricorrente, in persona
dei rispettivi legali rappresentanti
ex lege
domiciliati in
Roma, alla Via dei Portoghesi n. 12, presso l'Avvocatura
Generale dello Stato e da questa rappresentati e difesi.
CONTRORICORRENTI
nella causa sorta dalle chiamate in garanzia, dal Comune di
Elmas, di A.N.A.S., E.N.A.C. e Ministero della difesa,
autorizzate con ordinanza del 12 gennaio 2007 per essere
manlevato, in caso di esborsi per l'azione di risarcimento
della appaltatrice Alpes Costruzioni s.r.l. nei suoi
confronti per danni da esecuzione dell'appalto, separato,
con ordinanza del 3 marzo 2011, dal presente giudizio.
Sentito, all'adunanza in Camera di Consiglio del 12 marzo
2013, l'avv. Tavolacci, per il ricorrente, e il P.M., in
persona del sostituto procuratore generale dr. Umberto
Apice, che si riporta alle conclusioni già rese per iscritto
dal sostituto procuratore generale dr. Pasquale Fimiani ai
sensi dell'art.
380
ter c.p.c.
2
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA