Ordinanza Interlocutoria Nº 22016 della Corte Suprema di Cassazione, 03-09-2019

Data di Resoluzione:03 Settembre 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
sul ricorso 7014/2017 proposto da:
Poste Italiane S.p.a. - Patrimonio BancoPosta, in persona del legale
rappresentante
pro tempore,
elettivamente domiciliata in Roma, Via
Borgognona n. 47, presso lo studio dell'avvocato Brancadoro
Gianluca, che la rappresenta e difende unitamente all'avvocato
Mirabile Carlo, giusta procura in calce al ricorso;
- ricorrente -
Ceft-
\
(
Il. i
(H(S
a:(
(
3
Civile Ord. Sez. 1 Num. 22016 Anno 2019
Presidente: DE CHIARA CARLO
Relatore: NAZZICONE LOREDANA
Data pubblicazione: 03/09/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
contro
Allianz S.p.a., già Allianz Lloyd Adriatico, Allianz Ras e Allians
Subalpina, in persona del legale rappresentante
pro tempore,
elettivamente domiciliata in Roma, Via Cratilo di Atene n. 31, presso
lo studio dell'avvocato Vizzone Domenico, che la rappresenta e
difende unitamente all'avvocato Cantoni Francesco, giusta procura
a margine del controricorso;
- controricorrente -
avverso la sentenza n. 5346/2016 della CORTE D'APPELLO di ROMA,
depositata il 09/09/2016;
udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del
16/04/2019 dal cons. NAZZICONE LOREDANA;
udito il P.M. in persona del Sostituto Procuratore Generale
SORRENTINO FEDERICO che ha concluso per l'accoglimento del
primo motivo, rigetto del resto;
udito, per la ricorrente, l'Avvocato Brancadoro G. che ha chiesto
l'accoglimento;
udito, per la controricorrente, l'Avvocato Gambardella Daniela, con
delega, che si riporta e chiede il rigetto.
FATTI DI CAUSA
Viene proposto ricorso, sulla base di tre motivi, avverso la
sentenza pronunciata il 9 settembre 2016 dalla Corte d'appello di
Roma, che ha confermato la decisione di primo grado, la quale aveva
condannato Poste Italiane s.p.a. al pagamento della somma di C
2
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA