Ordinanza Interlocutoria Nº 00493 della Corte Suprema di Cassazione, 10-01-2019

Data di Resoluzione:10 Gennaio 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
ORDINANZA INTERLOCUTORIA
sul ricorso 11094/2015 proposto da:
BNL Banca Nazionale del Lavoro S.p.a., elettivamente
domiciliata in Roma, Via A. Gramsci, 54, presso lo studio
dell'avvocato
Graziadei Gianfranco, che la rappresenta e
difende unitamente agli avvocati
Clarizia Angelo e Trotta
Francesco, giusta procura notaio Liguori Mario di Roma del
14/10/2014 rep. n. 179199;
- ricorrente -
contro
Comune Cattolica,
in persona Sindaco
pro tempore,
Civile Ord. Sez. 1 Num. 493 Anno 2019
Presidente: DE CHIARA CARLO
Relatore: FALABELLA MASSIMO
Data pubblicazione: 10/01/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
elettivamente domiciliato in Roma, Via G. Avezzana, 6, presso
lo studio dell'avvocato Acciari Matteo, rappresentato e difeso
dagli avvocati Cedrini Giovanni e Zamagni Luca, giusta procura
in calce al controricorso incidentale;
- controricorrente e ricorrente incidentale -
avverso la sentenza n. 734/2014 della CORTE D'APPELLO di
BOLOGNA, depositata il 11/03/2014;
udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del
23/10/2018 dal cons. FALABELLA MASSIMO;
udito l'avv. Trotta Francesco per il ricorrente, che si riporta per
l'accoglimento del ricorso;
uditi gli avv.ti Zamagni Luca e Cedrini Giovanni per il contro
ricorrente, che chiedono il rigetto del ricorso;
udito il Sostituto Procuratore Generale CARDINO ALBERTO, che
ha chiesto il rigetto del ricorso principale e assorbito il ricorso
incidentale condizionato.
LA CORTE OSSERVA
1. — Il Tribunale di Bologna respingeva le domande,
proposte dal Comune di Cattolica nei confronti di Banca
Nazionale del Lavoro s.p.a.: domande riferite ad alcuni contratti
di
interest rate swap
conclusi fra le parti il 15 maggio 2003, il 1
dicembre 2003 e il 22 ottobre 2004, e rivolte alla declaratoria
della nullità, all'annullamento, o all'accertamento dell'inefficacia
sopravvenuta ex d.m. 1 dicembre 2003, n. 389 dei predetti
contratti, oltre che alla condanna della convenuta alla
restituzione dei pagamenti ex art. 2033 c.c., e, in subordine, al
2
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA