n. 83 ORDINANZA 7 - 8 aprile 2014 -

 
ESTRATTO GRATUITO

ha pronunciato la seguente ORDINANZA nei giudizi di legittimita' costituzionale dell'art. 18, comma 22-bis, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98 (Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria), convertito, con modificazioni, dall'art. 1, comma 1, della legge 15 luglio 2011, n. 111, come successivamente modificato dall'art. 24, comma 31-bis del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201 (Disposizioni urgenti per la crescita, l'equita' e il consolidamento dei conti pubblici), convertito, con modificazioni, dall'art. 1, comma 1, della legge 22 dicembre 2011, n. 214, promossi dalla Corte dei conti, sezione giurisdizionale per la Regione Lazio, con due ordinanze dell'11 marzo 2013, iscritte ai nn. 73 e 74 del registro ordinanze 2013 e pubblicate nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica n. 17, prima serie speciale, dell'anno 2013. Visti gli atti di costituzione di Masia Antonello ed altro, e dell'Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS), nonche' gli atti di intervento del Presidente del Consiglio dei ministri;

udito nella camera di consiglio del 26 febbraio 2014 il Giudice relatore Giuseppe Tesauro. Ritenuto che la Corte dei conti, sezione giurisdizionale per la Regione Lazio, in composizione monocratica, con ordinanze dell'11 marzo 2013, iscritte al reg. ord. n. 73 e n. 74 del 2013, ha sollevato, in riferimento agli artt. 2, 3 e 53, della Costituzione, questione di legittimita' costituzionale dell'art. 18, comma 22-bis, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98 (Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria), convertito, con modificazioni, dall'art. 1, comma 1, della legge 15 luglio 2011, n. 111, come successivamente modificato dall'art. 24, comma 31-bis, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201 (Disposizioni urgenti per la crescita, l'equita' e il consolidamento dei conti pubblici), convertito, con modificazioni, dall'art. 1, comma 1, della legge 22 dicembre 2011, n. 214;

che, il rimettente premette che i ricorrenti titolari di pensione ordinaria diretta, hanno chiesto il riconoscimento del proprio diritto di percepire il trattamento pensionistico ordinario, privo delle decurtazioni introdotte dall'art. 18, comma 22-bis, d.l. n. 98 del 2011, temporaneamente abrogate dal decreto-legge 13 agosto 2011, n. 138 (Ulteriori misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e per lo sviluppo), convertito, con modificazioni, dall'art. 1, comma 1, della legge 14 settembre 2011, n. 148, reintrodotte dall'art. 2, comma 1, della...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA