LEGGE 4 giugno 2010, n. 91 - Ratifica ed esecuzione dell''Accordo multilaterale tra la Comunita'' europea e i suoi Stati membri, la Repubblica di Albania, la Bosnia-Erzegovina, la Repubblica di Bulgaria, la Repubblica di Croazia, l''ex Repubblica iugoslava di Macedonia, la Repubblica d''Islanda, la Missione delle Nazioni Unite per l''amministrazione ...

 
INDICE
ESTRATTO GRATUITO

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

promulga la seguente legge:

Parte di provvedimento in formato grafico

La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara' inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.

Data a Roma, addi' 4 giugno 2010

NAPOLITANO

Berlusconi, Presidente del

Consiglio dei Ministri

Frattini, Ministro degli affari esteri

Visto, il Guardasigilli: Alfano

LAVORI PREPARATORI

Camera dei deputati (atto n. 3259):

Presentato dal Ministro degli affari esteri (Frattini) il 1° marzo 2010.

Assegnato alla III commissione (Affari esteri e comunitari), in sede referente, il 18 marzo 2010 con pareri delle commissioni I, II, V, VIII, IX, X, XI e XIV.

Esaminato dalla III commissione il 30 marzo 2010 ed il 13 aprile 2010.

Esaminato in aula ed approvato il 14 aprile 2010. Senato della Repubblica (atto 2110):

Assegnato alla 3ª commissione (Affari esteri, emigrazione) in sede referente il 15 aprile 2010 con pareri delle commissioni lª, 2ª, 5ª, 8ª e 14ª.

Esaminato dalla 3ª commissione il 20 aprile 2010 ed il 5 maggio 2010.

Esaminato ed approvato in aula il 5 maggio 2010.

Allegato

Parte di provvedimento in formato grafico

Allegato I

Parte di provvedimento in formato grafico

Allegato II

Parte di provvedimento in formato grafico

Allegato III

Parte di provvedimento in formato grafico

Allegato IV

Parte di provvedimento in formato grafico

Allegato V

Parte di provvedimento in formato grafico

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA