La mediazione in Europa ed in Italia: il 'punto' della situazione

Autore:Antonella Di Florio
Pagine:369-375
 
ESTRATTO GRATUITO
ANTONELLA DI FLORIO
LA MEDIAZIONE IN EUROPA ED IN ITALIA:
“IL PUNTO” DELLA SITUAZIONE
Ricondurre la media conciliazione al complessivo disegno di privatizzazione
della giustizia è un’operazione interpretativa irresistibile per chi assiste giorno per
giorno al tentativo di smantellamento delle certezze costituzionali, ma l’istituto di
cui stiamo parlando ha un significato talmente laico ed una decennale pratica eu-
ropea ed internazionale talmente positiva che impone ai giuristi di dare alla nor-
mativa recentemente entrata in vigore una lettura il più possibile costruttiva.
Prima di dire ciò che penso del Dlvo 28/2010 e di riferire le problematiche
che sono emerse dopo la sua definitiva operatività, proverò a fare una brevissima
ricostruzione storica della mediazione che si colloca fra le A.D.R. e che ha dato
da moltissimi anni, traendo origine dalla tradizione francese, anche in Italia ot-
timi risultati nell’ambito della giurisdizione minorile, sia penale (attraverso la
mediazione nella messa alla prova) sia civile (nella composizione dei contrasti
nei procedimenti ex art. 317bis per la regolamentazione dei rapporti fra genitori
e figli delle coppie di fatto), e della giurisdizione familiare.
1. Premessa
In Europa la mediazione è uno istituto presente, seppur in modo non omoge-
neo, in moltissime legislazioni degli Stati in svariate materie, ed è quindi interve-
nuta la direttiva comunitaria sulla mediazione in materia civile e commerciale
(IP/04/1288) approvata il 23.4.2008 nel tentativo di introdurre l’istituto nelle le-
gislazioni nazionali in modo più omogeneo.
La relazione alla direttiva premette che il concetto di accesso alla giustizia
deve includere la promozione dell’accesso ad adeguate procedure di risoluzione
delle controversie per i privati e le imprese e non soltanto la possibilità di acce-
dere al sistema giudiziario.
La direttiva contribuisce a quest’obiettivo agevolando l’accesso alla risolu-
zione delle controversie attraverso due disposizioni:
1. garantire una efficace relazione tra la mediazione ed i procedimenti giudi-
ziari, istituendo una normativa minima comune nella Comunità relativamente
ad un certo numero di aspetti fondamentali della procedura civile;

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA