AZIENDA LOMBARDA PER L'EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VARESE - Bando di gara n. 442/2011 Inviato G.U.C.E. il 05/05/2011 Codice identificativo Gara (CIG): 2275719EB6

 
INDICE
ESTRATTO GRATUITO

Bando di gara n. 442/2011 Inviato G.U.C.E. il 05/05/2011 Codice identificativo Gara (CIG): 2275719EB6

SEZIONE 1: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE Determinazione a contrarre del Direttore Generale n 89 del 04/05/2011

1.1) Denominazione indirizzo ufficiale dell'Amministrazione aggiudicatrice, presso il quale e' possibile ottenere ulteriori informazioni. Azienda Lombarda per l'Edilizia Residenziale della Provincia di Varese - Area Tecnica - Via Como n. 13 - 21100 - Varese.

Tel. 0332/806946 - Fax 0332/283879 - e-mail: info@alervarese.it alessandra.bogni@alervarese.it - franco.pierro@alervarese.it; sito internet: www.alervarese.it www.centraleacquisti.regione.lombardia.it. L'offerta Amministrativa,

Tecnica ed Economica dovra' essere inviata tramite la piattaforma Sintel. 1.2) Tipo di Amministrazione aggiudicatrice: Organismo di Diritto Pubblico. SEZIONE SEZIONE II: OGGETTO DELL'APPALTO 2.1) decrizione. 2.1.1) Tipo di appalto di servizi. L'appalto ha per oggetto i servizi di gestione energetica con integrazione da fonti rinnovabili. Intervento localizzato nel Comune di Venegono Superiore.

2.1.2) Descrizioni - Oggetto dell'appalto. L'Appalto ha per oggetto la fornitura di servizi energetici termici ed elettrici attraverso anche l'integrazione degli impianti esistenti con fonti di energia rinnovabili e la gestione pluriennale dell'impianto termico (12 anni), nel rispetto delle condizioni fissate dal D.P.R. 412/93 e dalle eventuali ordinanze comunali. L'appalto e' finalizzato a generare risparmi di natura energetica e gestionale effettuati con finanziamento da parte dell'appaltatore (Finanziamento Tramite Terzi) e con contributo ALER (Attraverso bando regionale). 2.1.3) Luogo di esecuzione dei lavori: Provincia di Varese - Regione Lombardia Italia - Citta' VENEGONO SUPERIORE. 2.1.4) Divisione in lotti:

L'appalto non e' diviso in Lotti. 2.1.5) Ammissibilita' varianti:

Sono ammesse le sole varianti migliorative ai sensi dell'art. 76 del D.Lgs. n.163 del 12 aprile 2006 e s.m.i. Le varianti degli impianti dello studio di fattibilita' posto a base di gara non sono accettate fatto salvo le sole modifiche che siano complementari e implementino quanto gia' previsto. La riqualificazione tecnologica e l'adeguamento alle normative e' svolta attraverso le seguenti attivita':

- progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva;

- ottenimento autorizzazioni di legge e apertura del cantiere;

- installazione di impianti e/o modifica dei medesimi rispetto alle condizioni iniziali;

- realizzazione di opere accessorie connesse (isolamenti, ecc..);

- controllo e verifica delle opere realizzate conformemente alle leggi vigenti.

Il tutto completo a proprie spese entro 30 gg. dalla ratifica della gara.

2.2) Quantitativo o entita' dell'appalto. 2.2.1) Quantitativo o entita' totale.

  1. l'importo complessivo dell'appalto ammonta a Euro. 348.770,50.= (trecentoquarantottomilasettecentosettanta/50 euro);

  1. Categoria prevalente OS28 Classifica II° fino ad Euro 516.457.= (cinquecentosedicimilaquattrocentocinquantasette) Le opere sono subappaltabili secondo la normativa vigente.

2.3) Durata dell'appalto o termine di esecuzione. La durata dell'appalto e' stabilita in 12 anni naturali consecutivi, decorrenti dalla data del provvedimento di aggiudicazione definitiva, fermo restando i tempi previsti per la consegna e riconsegna degli impianti dopo l'ultima gestione. Da tale data decorreranno tutti gli oneri e gli adempimenti a carico dell'Aggiudicatario del servizio previsti dai Documenti Contrattuali. Sara' facolta' del Committente, disporre eventuali rinnovi o proroghe secondo quanto previsto dalla normativa vigente alla scadenza del contratto. Alla scadenza del Contratto, nelle more dell'affidamento del nuovo appalto l'Aggiudicatario del servizio si impegna ad assicurare lo svolgimento senza interruzione dei Servizi alle medesime condizioni stabilite nel Contratto sino alla data di subentro dell'eventuale nuovo gestore.

SEZIONE 3: INFORMAZIONI DI CARATTERE GIURIDICO, ECONOMICO,

FINANZIARIO E TECNICO.

3.1) Condizioni relative all'appalto. 3.1.1) Cauzioni e garanzie richieste. L'offerta dei concorrenti deve essere corredata da:

  1. cauzione provvisoria, di cui all'art.75 del Decreto Legislativo n.163 del 12 aprile 2006, pari almeno al 2% (due per cento) dell'importo complessivo dell'appalto e quindi pari ad Euro.

    6.975,41.= (seimilanovecentosettantacinque/41 euro) costituita alternativamente da:

    - contanti o titoli del debito pubblico garantiti dallo Stato al corso del giorno del deposito, presso una sezione di Tesoreria Provinciale o presso le Aziende autorizzate o assegno circolare, non trasferibile, intestato all'Azienda Lombarda per l'Edilizia Residenziale della Provincia di Varese - presso il Tesoriere della Stazione Appaltante - Banca Popolare di Bergamo - Agenzia di Varese Via Magenta n. 3 - 21100 VARESE - IBAN IT 48 P 06906 10800

    000000004285, a titolo di pegno a favore dell'Amministrazione Aggiudicatrice;

    - fidejussione bancaria o assicurativa o rilasciata da un intermediario finanziario iscritto nell'elenco speciale di cui all'art.107 del D.Lgs.385/1993, avente validita' per almeno 180 giorni dalla data di presentazione dell'offerta. Tale fidejussione, pena l'esclusione dalla gara, dovra' prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale e la sua operativita' entro 15 (quindici) giorni a semplice richiesta scritta della Stazione Appaltante.

    - Ai sensi dell'art.40, comma 7, del D.Lgs. n.163/2006 l'importo della cauzione provvisoria e' ridotto del 50% e quindi pari ad Euro.

    3.487,71.= (tremilaquattrocentottantasette/71 euro) per le Imprese in possesso della certificazione di qualita' UNI EN ISO 9001. Si precisa che per i raggruppamenti temporanei di Imprese il beneficio di cui sopra verra' riconosciuto nei limiti indicati dalla Determinazione 27/09/2000 n. 44 dell'Autorita' per la Vigilanza sui LL.PP.;

  2. dichiarazione di un Istituto bancario, oppure di una Compagnia di Assicurazioni, oppure di un intermediario finanziario iscritto nell'elenco speciale di cui all'art.107 del D.Lgs. n.385 del 1993, contenente l'impegno a rilasciare, in caso di aggiudicazione dell'appalto, a richiesta del concorrente, una fidejussione relativa alla cauzione definitiva di cui all'art. 113, comma 1, del D.Lgs. n.

    163 del 12 aprile 2006, in favore dell'Amministrazione Aggiudicatrice. All'atto della stipula del contratto l'aggiudicatario dovra' presentare cauzione definitiva nella misura e secondo le modalita' di cui all'art.113, comma 1, del...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA