Lineamenti generali dell'attività degli enti pubblici

AutoreG. Morri - F. Pontrandolfi - S. Tenca
Pagine165-172
165
12
LINEAMENTI GENERALI
DELL’ATTIVITÀ DEGLI ENTI PUBBLICI
1
I principi del diritto amministrativo
e la loro evoluzione
La dottrina tradizionale parla di azione amministrativa riferendosi
a quella attività attraverso la quale gli organi della P.A. (apparato
statale, Regioni, enti locali ed altri enti pubblici) provvedono alla
cura degli interessi concreti ad essi af‌f‌idati dall’ordinamento. Alla
cura di tali interessi, la P.A. non provvede sempre ed esclusivamente
attraverso gli strumenti del diritto pubblico; di conseguenza, si parla
di attività amministrativa in senso stretto quando si intende fare
riferimento a quella attività di amministrazione che viene svolta at-
traverso gli strumenti di tale ramo del diritto.
Il concetto di “attività amministrativa in senso stretto” si riferisce, dunque, all’attività di
amministrazione espletata da una pubblica amministrazione in regime di diritto ammi-
nistrativo, quale complesso di regole disposte per la sua organizzazione e per lo svol-
gimento dei relativi compiti istituzionali. Il diritto amministrativo si caratterizza pertanto,
rispetto agli altri rami del diritto, per i seguenti elementi:
a) la presenza di una autorità amministrativa che cura gli interessi della Repubblica ed
agisce utilizzando pubblici poteri;
b) un regime giuridico privileg iato che consente alla pubblica amministrazione, in quanto
portatrice di interessi pubblici, di agire unilateralmente creando, modif‌icando ed estin-
guendo posizioni soggettive di terzi (anche, cioè, contro il loro volere);
c) l’atto amministrativo quale elemento di esternazione dell’azione amministrativa;
d) la posizione di interesse legittimo in cui si trova il singolo soggetto di fronte all’azione
amministrativa.
Contrariamente a ciò che accade nel diritto civile, nel cui ambito il rapporto giuridico tra due
soggetti avviene, in linea di principio, su un piano di assoluta parità (anche nel caso dei cd.
diritti potestativi), nel diritto amministrativo si crea un rapporto di sovraordinazione/subordi-
nazione, fondato sul principio dell’autorità, che vede attribuito alla P.A. il potere di sacrif‌icare
unilateralmente i diritti del soggetto estraneo ad essa e che con questa entra in rapporto.
Negli ultimi anni molto è cambiato con riferimento a questa tradi-
zionale concezione pubblicistica, soprattutto nella visione di quella
che deve essere la moderna pubblica amministrazione e di quelle
che devono essere le regole della sua azione; importanti principi del
diritto amministrativo (e della sua funzione) sono caduti, ed altri, di
qui a poco, sono destinati a cadere.
Azione
ammini-
strativa
Attivit à
amministrativa
in senso
stretto

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA

VLEX uses login cookies to provide you with a better browsing experience. If you click on 'Accept' or continue browsing this site we consider that you accept our cookie policy. ACCEPT