L'informazione in linea sul diritto alla vita: dieci anni di dibattito dottrinale attraverso l'archivio elettronico BIG

Autore:Mario Fameli
Carica:Dirigente di ricerca presso l'ITTIG del CNR.

Page 187

@1. Premessa

Nel giugno del 1996, nell'ambito di un programma di ricerca scientifica e d'informazione bibliografica promosso pochi anni prima nel campo dei diritti fondamentali della persona umana1, a cura dello scrivente fu pubblicato un libro2 che raccoglieva in maniera sistematica centinaia di documenti estratti, in ragione della loro pertinenza rispetto alla materia prescelta, dall'archivio elettronico generale di dottrina giuridica3 gestito dall'Istituto di Teoria e Page 188 Tecniche dell'Informazione Giuridica (ITTIG) del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Firenze. L'opera - integrata da un ampio studio, teso a illustrare i metodi di selezione, acquisizione e analisi dei documenti proposti, nonché da un complesso e inedito apparato d'indici elaborati automaticamente e ordinati, oltre che in relazione agli argomenti trattati e agli autori prescelti, in base ad altri elementi di riferimento quali i periodici spogliati, le decisioni commentate e le fonti normative citate - suscitò un vasto interesse, tanto da sollecitare, in una ideale continuità d'impegno, alla realizzazione d'un più avanzato strumento d'informazione scientifica, fondato sull'impiego delle più recenti tecniche informatiche e telematiche.

Parallelamente all'attività editoriale tradizionale, orientata a incrementare il materiale bibliografico attinente alla materia4, si avviò quindi la realizzazione di un archivio elettronico specialistico che, unico nel suo genere in Italia5, fosse interamente centrato sulle problematiche relative all'inizio della vita umana e alla sua tutela. Il nucleo originario di tale archivio, non a caso denominato Page 189 BIG6, è rappresentato proprio dai documenti pubblicati a stampa nel volume di cui si è fatto cenno e risulta tematicamente circoscritto alle problematiche relative al conflitto tra il diritto alla vita del nascituro e il diritto alla salute riproduttiva della donna. Questo ambito argomentale originario, già di per sé fonte d'una vastissima produzione dottrinale articolata in opere monografiche autonome e in contributi pubblicati in riviste giuridiche, è stato in seguito notevolmente esteso in modo da ricomprendervi tutte quelle nuove problematiche che, soprattutto in conseguenza dei continui e rapidi progressi scientifici e tecnologici verificatisi negli ultimi decenni, sono venute gradualmente emergendo in tema di procreazione e maternità, considerate nelle varie forme divenute oggi possibili, del tutto inimmaginabili fino a pochi anni or sono.

@2. Il Sistema Informativo Dell'istituto Di Teoria E Tecniche Dell'informazione Giuridica

In ordine a una più chiara comprensione dell'orientamento e delle caratteristiche dell'archivio elettronico BIG, costruito all'interno del sistema informativo dell'ITTIG, occorre preliminarmente precisare quale sia il contesto in cui esso viene a collocarsi. Tra i sistemi informativi attualmente consultabili in Italia nel settore giuridico uno dei più importanti per dimensioni e rilevanza7 è certamente quello realizzato e gestito dall'ITTIG, articolato in banche dati e guide consultabili sia online che su CD-Rom.

Oltre all'archivio BIG - che costituisce l'oggetto principale della presente trattazione - e ai già menzionati DoGi e DoGiS, le banche dati consultabili dall'utente che intenda accedere ai dati memorizzati e periodicamente aggiornati nel sistema informativo dell'Istituto, sono: "Bandi medicei" (legislazione medicea nelle raccolte dell'Archivio di Stato di Firenze: 1532-1737); "Biblioteca" Page 190 (catalogo delle monografie e dei periodici presenti nella Biblioteca dell'Istituto); "Circolari CNR" (circolari e altre direttive del Consiglio Nazionale delle Ricerche); "Gride" (gride ed editti dello Stato di Milano: 1560-1796); LGIVocanet (patrimonio lessicale della Lingua Giuridica Italiana: dottrina, legislazione e prassi dal 960); LLI (patrimonio lessicale della Lingua Legislativa Italiana: codici, Costituzioni e leggi fondamentali dal 1539) e VIPD (banche dati giuridiche in tema di diritto e disabilità: http://ittig.cnr.it/disabilità)8.

Risultano, invece, non più aggiornati gli archivi online: APAM (banca dati selettiva di Atti, documenti e materiali prodotti dalle Pubbliche Amministrazioni); BIGA (Bibliografia Giuridica dell'Ambiente, contenente informazioni bibliografiche dottrinali estratte da volumi e riviste italiane, relativamente al periodo 1975-1995); DAUE (banca dati sullo stato d'attuazione in Italia delle "Direttive Ambientali dell'Unione Europea" in tema d'inquinamento dell'aria e dell'acqua da rifiuti, da rumore e da sostanze pericolose, contenente documenti compresi tra il 1970 e il 1997); EURO (bibliografia internazionale del federalismo europeo: 1776-1998) e STOP (abstracts dei contributi di rilevanza giuridica pubblicati sulla stampa d'opinione: 1975-1993)9.

Per quanto riguarda gli archivi su CD-Rom predisposti dall'Istituto di Teoria e Tecniche dell'Informazione Giuridica, l'elenco comprende: BEGA (Bibliografia delle Edizioni Giuridiche Antiche in lingua italiana: 1470-1800); DTI (repertorio sistematico della normativa statale ed europea su Diritto e Tecnologie dell'Informazione e comunicazione); ITLaw (Information Technology and the Law. An International Bibliography - Bibliografia internazionale d'informatica e diritto) e "Gride sanità" (gride dei Conservatori della Sanità dello Stato di Milano: 1576-1706).

Rimangono, infine, da segnalare le Guide realizzate dall'Istituto per facilitare il reperimento di siti d'interesse giuridico in Internet: "Biblioteche giu- Page 191 ridiche" (informazioni e cataloghi online su biblioteche italiane di enti pubblici, Università, enti di ricerca ed enti privati); "Diritto Italia" (riferimenti ai materiali d'interesse giuridico e amministrativo in rete); "Disabilità" (siti web contenenti informazioni sulle persone con disabilità); "Dottrina giuridica" (elenco selettivo di link a risorse dottrinali giuridiche in rete); ELIOS (Environmental Legal Information Observatory System - Osservatorio telematico e banca dati in materia di diritto all'ambiente e all'informazione ambientale); GIGO (Guida all'Informazione Giuridica online).

@3. L'archivio Elettronico Big: La Distribuzione In Rete E La Ricerca Automatica Dell'informazione

L'archivio BIG (in materia di diritto alla vita, contraccezione, aborto, procreazione medicalmente assistita e clonazione) è consultabile in rete, con accesso gratuito e secondo procedure d'interrogazione d'agevole esecuzione, a decorrere dall'ormai lontano 1998. Gli utenti interessati all'esame dei documenti registrati nella base di dati possono accedervi collegandosi con il sito web dell'Istituto di Teoria e Tecniche dell'Informazione Giuridica, digitando direttamente l'indirizzo abbreviato dell'archivio (http://www.ittig.cnr.it/big), in alternativa a quello più specifico (http://www.ittig.cnr.it/BancheDati Guide/big/Index.htm); partendo dalla home page del sito dell'Istituto è poi possibile selezionare la voce "Banche dati e Guide", sotto la quale BIG è inserito. Dal 2003, inoltre, l'archivio è stato reso direttamente disponibile all'interno del sito della Regione Toscana, dove la ricerca dei suoi dati può essere effettuata su tutti i campi ricompresi nella struttura del documento, incluso quello dei descrittori, oltre che in base al codice di classificazione attribuito10.

La ricerca11 consente d'immettere più termini - anche troncati col segno d'asterisco, mentre non è ammesso il mascheramento - nello stesso campo (autore, titolo, riferimenti bibliografici, riassunto, fonti o intero documento). Page 192

Si possono utilizzare le parentesi e gli operatori logici, nonché racchiudere le parole fra doppi apici per la ricerca di frasi esatte. I documenti forniti in risposta dal sistema ammontano a un massimo di 10.000; dovrà comunque essere l'utente a scegliere - ed eventualmente a porre in correlazione - i termini che, a suo giudizio, possano risultare più significativi ai fini del reperimento dell'informazione volta a volta d'interesse.

@4. Contenuto E Dimensioni Dell'archivio

L'archivio BIG contiene diverse migliaia di documenti bibliografici: la sua attuale consistenza in linea è di oltre 18.000 schede, ma si è già provveduto a predisporne molte altre sicché, in occasione del prossimo aggiornamento - che comporterà l'immissione d'un alto numero di contributi relativi al 2008 e, quindi, alle pubblicazioni più recenti - si potrà registrare un nuovo e forte incremento delle risorse informative disponibili. Trattandosi d'un archivio tipologicamente riconducibile a quelli di tipo specialistico, concentrato solo su alcune tematiche specifiche, non vi è dubbio che le dimensioni da esso raggiunte siano notevoli e significative.

Un'ampia parte delle schede bibliografiche riguarda gli anni appena trascorsi, nel corso dei quali si è verificato un rilevante aumento delle pubblicazioni attinenti alla materia a seguito del crescente intensificarsi dei dibattiti relativi soprattutto a temi come l'ammissibilità dell'uso di cellule staminali embrionali a fini terapeutici, la fruibilità della c.d. pillola abortiva RU 486 in Italia, la determinabilità d'uno statuto ontologico dell'embrione umano, fino ad arrivare alle problematiche connesse alla procreazione medicalmente assistita (di cui si occupa la contestata l. n...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA