LEGGE REGIONALE 12 aprile 2017, n. 8 - Istituzione delle Consulte comunali dei Giovani tramite modifica della legge regionale 22 marzo 2012, n. 5 (Legge per l'autonomia dei giovani e sul Fondo di garanzia per le loro opportunita'). (17R00242)

 
ESTRATTO GRATUITO

(Pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia - Supplemento Ordinario n. 13 - del 14 aprile 2017) IL CONSIGLIO REGIONALE Ha approvato IL PRESIDENTE DELLA REGIONE Promulga la seguente legge: Art. 1 Modifiche alla legge regionale n. 5/2012 1. Dopo l'art. 6 della legge regionale 22 marzo 2012, n. 5 (Legge per l'autonomia dei giovani e sul Fondo di garanzia per le loro opportunita'), e' inserito il seguente: «Art. 6-bis. (Consulte comunali dei giovani). - 1. Le Consulte comunali dei giovani sono organismi autonomi, apartitici e permanenti con funzioni consultive dei Consigli comunali che ne hanno disposto l'attivazione. La composizione e le attivita' delle Consulte comunali dei giovani si rivolgono precipuamente ai giovani di eta' compresa tra i 14 e i 35 anni. Informano le loro attivita' ai valori e principi costituzionali ed europei, nonche' alla disciplina regionale, nazionale, comunitaria e internazionale sui diritti e doveri dei giovani. 2. Le Consulte comunali dei giovani esprimono pareri non vincolanti ai Consigli comunali sulle deliberazioni di interesse per i giovani e svolgono in particolare le seguenti ulteriori funzioni: a) promuovono la partecipazione dei giovani alla vita politica e amministrativa locale;

  1. facilitano la conoscenza, da parte dei giovani, delle attivita' e delle funzioni dell'ente locale;

  2. elaborano progetti coordinati da realizzare in collaborazione con gli analoghi organismi istituiti in altri comuni;

  3. seguono l'attuazione dei programmi e degli interventi rivolti ai giovani in ambito locale;

  4. raccolgono informazioni sul proprio territorio di riferimento riguardanti le problematiche della condizione giovanile;

  5. elaborano documenti e proposte di atti da sottoporre ai competenti organi dell'Amministrazione comunale inerenti le tematiche giovanili, tramite i quali concorrere alla definizione delle stesse;

  6. collaborano con le istituzioni scolastiche, le associazioni e le organizzazioni del terzo settore al fine di promuovere iniziative di orientamento e di cittadinanza attiva. 3. All'interno di ciascuna area territoriale, cosi' come individuata dal Piano di riordino territoriale di cui all'allegato C bis della legge regionale 12 dicembre 2014, n. 26 (Riordino del sistema Regione-Autonomie locali nel Friuli Venezia Giulia. Ordinamento delle Unioni territoriali intercomunali e riallocazione di funzioni amministrative), le Consulte comunali dei giovani possono costituire un...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA