T.A.R. Lazio

 
ESTRATTO GRATUITO

Notifica per pubblici proclami

Si rende noto che A.G.C.I - Associazione Generale Cooperativa Italiane, in persona del legale rappresentate p.t., dott. Rosario Altieri, rappresentata e difesa dal Prof. Avv. Mario Esposito ed elettivamente domiciliata presso e nel suo studio in Roma, via Lattanzio n. 66, ha promosso ricorso, regolarmente notificato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, al Consiglio Nazionale dell'Economia e del Lavoro, a Confcooperative - Confederazione Cooperative Italiane, a Legacoop, all'Osservatorio Nazionale dell'Associazionismo istituito presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e all'Osservatorio Nazionale per il Volontariato istituito presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dinnanzi al T.A.R. del Lazio, sede di Roma, depositato in data 23 aprile 2012 e assegnato alla Prima Sezione, con il n.r.g. 3016/2012, avverso e per l'annullamento, previa sospensione della loro esecutivita': a) del D.P.R. 20 gennaio 2012, n. 58494, pubblicato in G.U.R.I. del 10 febbraio 2012, serie gen., n. 34, avente ad oggetto "Nomina di quarantotto rappresentanti delle categorie produttive di beni e servizi nei settori pubblico e privato del Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro ai sensi dell'articolo 2 della legge 30 dicembre 1986, n. 936, come sostituito dall'articolo 23, co. 8, lett. a), del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201"; b) del D.P.R. 20 gennaio 2012, n. 58493, pubblicato in G.U.R.I. del 10 febbraio 2012, serie gen., n. 34, avente ad oggetto "Nomina dei sei rappresentanti delle associazioni di promozione sociale e delle organizzazioni di volontariato del Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro ai sensi dell'articolo 2, della legge 30 di-cembre 1986, n. 936, come sostituito dall'articolo 23, comma 8, lettera a), del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201", cosi' testualmente concludendo "Voglia l'Ill.mo Tribunale adito, ogni diversa e contraria istanza, difesa ed eccezione, anche in via istruttoria, disattesa e reietta, in accoglimento del presente ricorso: in via cautelare, previa fissazione della camera di consiglio, disporre la sospensione dell'efficacia dei provvedimenti impugnati e di ogni piu' opportuna misura interinale; nel merito, previa occorrendo la sospensione del processo e la rimessione degli atti alla Corte Costituzionale, affinche' giudichi sulle questioni di legittimita' costituzionale prospettate nelle anteposte...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA