LEGGE REGIONALE 12 ottobre 2012, n. 41 - Istituzione del Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale (GECT) 'Euregio Senza Confini r.l.'.

(Pubblicata nel Bollettino ufficiale della Regione del Veneto n. 86 del 19 ottobre 2012) IL CONSIGLIO REGIONALE Ha approvato IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE Promulga

la seguente legge regionale:

Art. 1

Finalita' 1. La Regione del Veneto, in conformita' agli articoli 18 e 61 dello Statuto e all'articolo 15 della legge regionale 25 novembre 2011, n. 26 'Norme sulla partecipazione della Regione del Veneto al processo normativo e all'attuazione del diritto e delle politiche dell'Unione europea', promuove la cooperazione territoriale e sostiene il perseguimento di strategie congiunte di azione, anche attraverso forme stabili di collaborazione, al fine di rafforzare i legami economici, sociali e culturali e favorire l'integrazione e la coesione tra i territori.

Art. 2

Costituzione del GECT 1. Per le finalita' di cui all'articolo 1, la Regione del Veneto partecipa alla costituzione, quale componente fondatore insieme alla Regione Friuli-Venezia Giulia e al Land Carinzia, del Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale a responsabilita' limitata denominato 'Euregio Senza Confini r.l.', di seguito GECT, ai sensi del Regolamento (CE) n. 1082/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio del 5 luglio 2006 relativo a un gruppo europeo di cooperazione territoriale (GECT), di seguito Regolamento, e nel rispetto degli articoli 46, 47 e 48 della legge 7 luglio 2009, n. 88 'Disposizioni per l'adempimento di obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia alle Comunita' europee - Legge comunitaria 2008' attuativi del Regolamento.

  1. Il GECT persegue i seguenti obiettivi:

    1. rafforzare i legami economici, sociali e culturali tra le rispettive popolazioni;

    2. contribuire allo sviluppo dei rispettivi territori, mediante specifiche azioni di cooperazione nei seguenti settori:

      1) risorse energetiche e ambientali, gestione dei rifiuti;

      2) trasporti, infrastrutture e logistica;

      3) cultura, sport, istruzione e alta formazione;

      4) ambito socio-sanitario;

      5) protezione civile;

      6) scienza, ricerca, innovazione e tecnologia;

      7) agricoltura;

      8) turismo;

      9) attivita' produttive;

      10) infrastrutture di comunicazione;

      11) lavoro, formazione professionale e commercio;

    3. favorire una maggiore concertazione nella partecipazione comune ai programmi di cooperazione territoriale europea e agli altri programmi tematici dell'Unione europea;

    4. rappresentare gli interessi del GECT presso le istituzioni comunitarie e nazionali;

    5. attuare altre azioni specifiche di cooperazione...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA