Isp Cb Ipotecario S.R.L. Intesa Sanpaolo S.P.A.

 
ESTRATTO GRATUITO

Avviso di cessione di crediti pro soluto ai sensi del combinato disposto degli articoli 7-bis e 4 della legge numero 130 del 30 aprile 1999 (la Legge 130), dell'articolo 58 del D.Lgs. numero 385 del 1 settembre 1993 (il Testo Unico Bancario) e Informativa ai sensi dell'articolo 13, commi 4 e 5 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (il Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali) e del Provvedimento dell'Autorita' Garante per la Protezione dei Dati Personali del 18 gennaio 2007.

ISP CB Ipotecario S.r.l. comunica che, nel contesto di un programma di emissione di obbligazioni bancarie garantite da parte di Intesa Sanpaolo S.p.A., in data 29 luglio 2010 (come successivamente modificato) ISP CB Ipotecario S.r.l. ha concluso con Intesa Sanpaolo S.p.A. (il Cedente) un accordo quadro di cessione ai sensi e per gli effetti della Legge 130 e dell'articolo 58 del Testo Unico Bancario (l'Accordo Quadro di Cessione). In virtu' di tale Accordo Quadro di Cessione, il Cedente cedera' e ISP CB Ipotecario S.r.l. dovra' acquistare dal Cedente, periodicamente e pro soluto, secondo un programma di cessioni da effettuarsi ai termini ed alle condizioni ivi specificate, (A) in blocco ogni e qualsiasi credito derivante dai finanziamenti in bonis erogati ai sensi di contratti di finanziamento stipulati dal Cedente con i propri clienti nel corso della propria ordinaria attivita' di impresa (i Crediti) nonche' (B) (i) titoli aventi le caratteristiche di cui all'articolo 2, comma 1, lett. d) del Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze n. 310 del 14 Dicembre 2006, concernente l'integrazione delle disposizioni contenute nell'articolo 7-bis della Legge 130 riguardanti le obbligazioni bancarie garantite (il Decreto del MEF) e/o (ii) titoli di cui all'articolo 2, comma 3, punto 3 del Decreto del MEF e/o (iii) titoli di stato aventi le caratteristiche di cui all'articolo 2, comma 1, lettera c) del Decreto del MEF (i Titoli). Nell'ambito del programma di cessioni sopra indicato, si comunica che, in data 31 ottobre 2012 , ISP CB Ipotecario S.r.l. ha acquistato pro soluto e in blocco dal Cedente tutti i Crediti (per capitale, interessi, anche di mora, maturandi e maturati a far tempo dalla data del 29 ottobre 2012 (definita come "Data di Efficacia Economica")(inclusa), accessori, spese, ulteriori danni, indennizzi e quant'altro) derivanti da finanziamenti che, , presentavano le seguenti caratteristiche (da intendersi cumulative, salvo ove diversamente previsto): (A) (1) al 31 marzo 2012 appartenevano alla societa' Adriano Finance S.r.l. ("Adriano Finance") e soddisfacevano tutti i seguenti criteri: a) derivano da contratti di mutuo ipotecario originati da: (1) Cariplo - Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde S.p.A. (in seguito, "Cariplo"), nei quali Banca Intesa BCI S.p.A., che ha successivamente modificato la propria denominazione in Banca Intesa S.p.A. a far data dal 1 gennaio 2003 (in seguito, "Intesa"), e' subentrata quale successore a titolo universale a far data dal 31 dicembre 2000, in forza di fusione per incorporazione; (2) Intesa che, in seguito alla fusione con Sanpaolo IMI S.p.A. (in seguito "Sanpaolo IMI"), ha successivamente cambiato la propria denominazione in Intesa Sanpaolo S.p.A. a far data dal 1 gennaio 2007; (3) dalle Filiali di Intesa Sanpaolo che prima del primo gennaio 2007 appartenevano ad Intesa; b) derivano da mutui ipotecari concessi in forza di contratti di mutuo fondiario o ipotecario (i "Contratti di Mutuo Adriano Prima Serie") ceduti da Intesa Sanpaolo ad Adriano Finance in data 28 marzo 2008 cosi' come da pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana in data 17 maggio 2008, da avviso pubblicato nel registro delle Imprese di Milano in data 28 maggio 2008 e come comunicato ai relativi mutuatari con l'invio di apposita comunicazione cartacea da parte di Intesa Sanpaolo; c) rappresentano la totalita' dei crediti derivanti dal relativo Contratto di Mutuo Adriano Prima Serie o, in caso di successivo frazionamento mediante accollo, la totalita' dei crediti vantati da Intesa Sanpaolo in relazione all'accollo interessato; d) derivano da mutui ipotecari garantiti da ipoteca su immobili siti in Italia; e) i cui debitori sono persone fisiche appartenenti alle categorie famiglie consumatrici (SAE 600) o famiglie produttrici (SAE 614 e 615) (anche organizzate nella forma di societa' semplice, societa' di fatto o impresa individuale) residenti in Italia; f) derivano da mutui che sono a tasso fisso; g) hanno periodicita' di ammortamento mensile; h) derivano da mutui che sono stati erogati anche in parte in data successiva al 21 dicembre 2006; i) non presentano un ammontare arretrato dovuto e non pagato a titolo di capitale ed interessi contrattuali dal rispettivo debitore, secondo le risultanze contabili di Intesa Sanpaolo a tale data, superiore al 201% dell'ultima rata accertata; j) non sono in capo a soggetti classificati in sofferenza o in incaglio, nell'accezione di cui alle istruzioni di Vigilanza della Banca d'Italia, come risulta dalle informazioni disponibili per i debitori presso qualsiasi Filiale di Intesa Sanpaolo; k) derivano da mutui che prevedono data di fine ammortamento successiva al 31 marzo 2012; l) derivano da mutui che hanno capitale residuo a...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA