Introduzione

Autore:Giuseppe Ingrao
Pagine:11-17
 
ESTRATTO GRATUITO
11
INTRODUZIONE
L’esigenza di esaminare sistematicamente gli strumenti previsti
dalla legislazione tributaria per assicurare l’effettivo soddisfaci-
mento della pretesa fiscale scaturisce dalla constatazione che
“l’evasione da riscossione” ha assunto ormai dimensioni così rile-
vanti da richiedere un’attenzione non inferiore rispetto a quella che
storicamente è stata dedicata al problema dell’occultamento della
fattispecie imponibile. Il fenomeno in questione non è esclusiva-
mente legato all’infedeltà della dichiarazione e, quindi, all’accerta-
mento di maggiori tributi, ma involge, sempre con maggiore fre-
quenza, l’omesso versamento di tributi risultanti dalle dichiarazioni1.
La previsione di un ragionevole sistema di misure di garanzia
che tuteli l’effettiva apprensione dei tributi appare indispensabile,
non solo per il contrasto all’evasione da riscossione, ma anche per-
ché genera un incremento delle somme acquisite grazie all’adem-
pimento spontaneo da parte del contribuente. Si determina, infatti,
un circolo virtuoso che, muovendo dalla riscossione coattiva, in-
volge il sistema della c.d. autotassazione.
Di ciò il legislatore negli ultimi anni ha, in effetti, preso piena
coscienza, apportando numerose e sostanziali modifiche alla disci-
plina della riscossione dei tributi. Modifiche che, tuttavia, hanno
suscitato vibranti critiche provenienti da più parti, con cui si è con-
testato di aver assegnato al Fisco poteri sproporzionati rispetto
all’obbiettivo perseguito2.
1 Dobbiamo precisare che anche l’adempimento spontaneo da parte del con-
tribuente è un aspetto della riscossione dei tributi. In senso conforme cfr.
FRANSONI, L’esecu zione coattiva a carico dei debitori diversi dall’obbligato
principale, in Rass. trib., 2011, p. 825.
2 Prescindendo dalle criticità dei singoli istituti introdotti, evidenziamo sin
d’ora che una perplessità connessa al rafforzamento dei poteri autoritativi nella
fase di riscossione può individuarsi nel fatto che si è genericamente tutelata la
riscossione dei crediti tributari risultanti da un titolo esecutivo senza distinguere
tra tributi dovuti a titolo provvisorio e definitivo. La distinzione tra riscossioni

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA