Internet è libertà. Perché dobbiamo difendere la rete

Autore:Alessandro Rovai
Carica:laureato in Scienze politiche con indirizzo politico internazionale ed è in servizio presso l'Istituto di Teoria e Tecniche dell'Informazione Giuridica del CNR.
Pagine:161-165
 
ESTRATTO GRATUITO
Internet è libertà. Perché dobbiamo difendere la rete
ALES SAN DRO ROVAI
Questo convegno, presentato da Riccardo Luna, si è svolto l’11 marzo
2010 presso la Sala della Regina della Camera dei Deputati ed è stato trasmes-
so in diretta streaming dal sito di Capitale Digitale (www.capitaledigitale.
webcasting.it).
Il convegno ha avuto come argomento principale le politiche e le misure
pratiche che i governi possono attuare per favorire l’effettiva realizzazione
della libertà di espressione nella rete.
Nel suo intervento introduttivo, il Presidente della Camera Fini ha letto
il documento delle motivazioni che verrà presentato all’accademia del pre-
mio Nobel per far attribuire alla rete il prestigioso premio per la Pace e ha
assicurato il grande impegno dell’Italia su questo tema. Fini ha ricordato an-
che come il Parlamento Europeo abbia definito la rete come “diritto umano
fondamentale per i cittadini” e quanto sarebbe difficile attuare politiche tese
ad intercettare il traffico in rete e controllare efficacemente l’uso che viene
fatto di questo strumento; le misure da adottare in questo settore dovrebbe-
ro comunque essere coordinate a livello prima europeo e poi mondiale per
poter sperare di ottenere risultati concreti; uno dei campi di applicazione di
queste regole potrebbe essere quello della lotta contro i siti che istigano a de-
linquere o in generale contro quelli attraverso cui si commettono dei reati.
La rete è comunque un grande strumento di diffusione di democrazia e gli
utenti dimostrano di riuscire ad autoregolarsi con poche norme condivise;
a giudizio del Presidente, internet è anche una rete globale che garantisce la
libertà di espressione e permette un maggiore controllo da parte dell’opinio-
ne pubblica sull’efficienza della pubblica amministrazione e delle istituzio-
ni in generale, come dimostra l’esperienza americana dell’amministrazione
Obama, che ha considerato strategico in molti settori l’uso di questo nuovo
mezzo di comunicazione.
Successivamente il professor Lawrence Lessig, noto giurista americano,
ha spiegato con esempi legati alla sua esperienza l’importanza della diffusio-
ne della rete per diminuire le distanze tra i paesi emergenti e l’occidente e ha
ricordato il forte impatto sciale e culturale che questo mezzo di comunica-
zione ha avuto anche nei Paesiche non hanno sviluppato sistemi pienamente
L’Autore è laureato in Scienze politiche con indirizzo politico internazionale ed è in
servizio presso l’Istituto di Teoria e Tecniche dell’Informazione Giuridica del CNR.

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA