Insufficienza di prova e giudizio di merito sulla colpevolezzain sede di impugnazione nel sistema processuale statunitense

Autore:Marco Turconi
Pagine:1-16
RIEPILOGO

1. Gli ordinamenti giuridici statunitensi: organi giudiziari e norme processuali; 2. Il sistema delle impugnazioni: direct reviews e collateral attacks; 3. Le "proto-impugnazioni": le post-trial motions; 4. L'iter delle impugnazioni ordinarie: direct appeal, last resort, petition of certiorari; 5. L'iter delle impugnazioni straordinarie: l'habeas corpus; 6. L'insufflcienza di prova (insufflciency ... (visualizza il riepilogo completo)

 
ESTRATTO GRATUITO

Page 1

Le fonti del presente scritto sono rappresentate dai due manuali in lingua italiana di diritto processuale penale comparato che affron-tano il tema delle impugnazioni negli ordinamenti statunitensi (FAN-CHIOTTI V., Lineamenti delprocesso penale statunitense, Torino, 1987, pp. 149-167 (Il post-trial); BAUER W.J., Il regime delle impugnazioni, in AA.VV., a cura di AMODIO E. - BASSIOUNI M.C., Ilprocesso penale negli Stati Uniti d'America, Milano, 1988, pp. 233-247). Per i principi di diritto penale sostanziale cfr. BASSIOUNI M. C., Diritto penale degliStati Uniti d'America, Milano, 1985 (trad. it. di L. De Cataldo Neuburger). In lingua inglese si è consultato principalmente 33 The Georgetown Law Journal - Annual Review of Criminal Procedure (2004), pp. 749-872 (Review proceedings): si tratta di una sorta di "digesto" per materia, periodicamente aggiornato, degli istituti processuali dell'ordinamento federale con ampio apparato giurisprudenziale. Le singole norme (U.S. Code, Federal Rules of Evidence, Federal Rules of Criminal Procedure, Federal Rules of Appellate Procedure, ecc.), così come tutte le sentenze federali e statali citate, sono reperibili in internet, oltre che nei repertori consultabili presso la sala di common law della Facoltà di Giurispruden-za dell'Università Statale di Milano.

@1. Gli ordinamenti giuridici statunitensi: organi giudiziari e norme processuali

1.1. Negli Stati Uniti d'America vigono cinquanta ordinamenti giuridici statali, più l'ordinamento giuridico fe-derale. Esistono reati statali, previsti dalla legislazione di ciascuno Stato, e reati federali, previsti dalla legislazione federale.

I reati statali sono perseguiti e giudicati nell'ambito delle giurisdizioni statali, ciascuna con propri organi e regole processuali. I reati federali sono perseguiti e giudicati nell'ambito della giurisdizione federale, che a sua volta ha propri organi e regole processuali.

1.2. Gli organi giudiziari statali sono i seguenti:

1) Trial courts: competenti per la fase del dibattimento (trial) in cui, di regola, sono diversiflcati i ruoli del giudi-ce-presidente che dirige l'udienza e risolve ogni questione giuridica, e della giuria, cui è riservato il giudizio di fatto sulla colpevolezza o non colpevolezza (verdetto immoti-vato guilty/not guilty); in caso di colpevolezza segue se-paratamente la fase del sentencing (determinazione della pena); tali corti, genericamente denominate lower courts, assumono svariate denominazioni a seconda dello Stato e in base alla circoscrizione territoriale (es. District Court of the County, ecc.); la trial court è inoltre competente in materia di collateral attacks (tra cui l'habeas corpus) in ambito statale.

2) Courts of appeal: competenti in grado di "appello diretto" (direct appeal), inteso formalmente non come secondo giudizio di merito sulla colpevolezza, ma come riesame di errori di diritto del trial e del sentencing; tali corti, genericamente denominate appellate courts o inter-mediate courts, assumono varie denominazioni nei diversi Stati (es. Court of Criminal Appeals, ecc.) e sono presenti in oltre la metà degli Stati, ma non in tutti.

3) Court of last resort: competente in ultimo grado di appello, sempre in relazione ad errori di diritto; anche tale corte opera quindi come appellate court ed è presente in tutti gli Stati, con varie denominazioni, anche se quasi ovunque è denominata Supreme Court.

Poiché i reati sono tipizzati dalle diverse leggi sostan-ziali di ogni singolo Stato, sovrano in materia penale, esistono diversità da Stato a Stato sia per quanto riguarda il catalogo dei reati (ciò che è reato in uno Stato può non esserlo in altri), sia per quanto riguarda gli elementi co-stitutivi dei reati, ancorché appartenenti ad una stessa "tipologia": reati con lo stesso nomen juris possono essere diversamente conflgurati nelle legislazioni statali.

La disciplina processuale negli ordinamenti statali, inclusa la materia delle impugnazioni, è dettata da rules of court (regolamenti delle corti, che ciascuna corte ha il potere di emanare): si tratta di regole di matrice non legislativa elaborate con il contributo di più categorie (giudici, avvocati, professori), continuamente aggiornatePage 2 e pubblicate, non organicamente raccolte in un codice ma normalmente suddivise per materia (rules of evidence, ecc.).

Pertanto, in materia di impugnazioni, ciascuno Stato ha di norma proprie State Rules of Appellate Procedure; solo la California ha un Penal Code che contiene sia tutta la disciplina sostanziale che quella processuale.

1.3. Gli organi giudiziari federali sono i seguenti:

1) U.S. District Courts (Corti distrettuali): sono com-petenti per il trial (dibattimento), che si chiude con il verdetto di colpevolezza o non colpevolezza, e per il sen-tencing (determinazione della pena); sono inoltre com-petenti per l'habeas corpus federale di detenuti "statali" (oltre che di detenuti "federali").

2) U.S. Circuit Courts (Corti di circuito): sono compe-tenti, di regola, per l'appello diretto (direct appeal), sem-pre inteso non come secondo giudizio di merito, ma come riesame di errori di diritto del trial e del sentencing.

3) U.S. Supreme Court (Corte Suprema federale): è competente quale corte di "ultimo appello", per errori di diritto; può essere inoltre adita da imputati (condannati) in processi statali, dopo l'esaurimento delle impugnazioni dirette in sede statale (appeal e last resort), per denunciare violazioni della Costituzione federale nell'ambito del procedimento statale.

Il catalogo dei reati federali è contenuto in diversi titoli dello U.S. Code, che non è un codice penale, ma un testo unico in cui sono raccolte per materia tutte le leggi federali.

I reati federali sono progressivamente aumentati con il continuo sviluppo della legislazione federale: essenzial-federali ovvero "interstatali". Alle fattispecie più risalenti caratterizzate dalla violazione dello interstate commerce (la condotta tipica si sviluppa nel territorio di più Stati: ad esempio, trafflco di armi attraverso più Stati), si sono afflancate nuove e complesse fattispecie volte a reprimere la criminalità organizzata e il terrorismo internazionale1.

La disciplina del processo federale è dettata da diverse Federal Rules of Court, a seconda della materia (principalmente: Federal Rules of Criminal Procedure, che contengono alcuni principi generali; Federal Rules of Evidence, che contengono i principi in materia di prova) e dell'organo giudiziario avanti il quale si svolge il processo, in quanto anche in sede federale ciascuna corte ha il pote-re di emanare proprie rules.

Ed anche in tal caso le rules of court sono emanate a seguito di articolate procedure cui partecipano più cate-gorie e sono soggette a continuo aggiornamento e pubbli-cazione: peraltro, le rules fondamentali rappresentano la "codiflcazione" di principi giurisprudenziali anche molto risalenti nel tempo, che vengono di volta in volta adegua-ti.

Nell'ordinamento federale le rules rilevanti in materia di impugnazioni sono:

- le Federal Rules of Criminal Procedure e, in partico-lare: la Rule 29 (Motion for a Judgement of Acquittal); la Rule 33 (Motion for a New Trial); la Rule 52 (Plain and Harmless Error);

- le Federal Rules of Appellate Procedure, che contengono le regole processuali per i procedimenti avanti le Corti d'appello federali (normalmente, le Circuit Courts);

- le Rules of the U.S. Supreme Court, che contengono le regole processuali per i procedimenti avanti la Corte Suprema federale;

- il Title 28 U.S. Code e, in particolare: gli artt. 1291-1292, che individuano le decisioni appellabili; gli artt. 2254-2255, che contengono la disciplina dell'habeas cor-pus rispettivamente per i detenuti "statali" (condannati in un processo statale) e per quelli "federali" (condannati in un processo federale).

@2. Il sistema delle impugnazioni: direct reviews e colla-teral attacks

2.1. Nonostante negli Stati Uniti d'America non esista una disciplina unitaria né di diritto penale sostanziale né di diritto processuale, è comunque possibile tracciare i principi generali e le regole comuni che caratterizzano tutti gli ordinamenti giuridici in materia di impugnazioni.

Le impugnazioni si possono distinguere in direct attacks (o direct reviews) e collateral attacks (o collateral reviews).

I primi sono assimilabili alle impugnazioni ordinarie della civil law e si esauriscono con il passaggio in giudica-to (rectius: deflnitivitá) della condanna.

I secondi sono avvicinabili più ad incidenti di esecu-zione che alle impugnazioni straordinarie, salvo che per il presupposto che sono esperibili solo dopo che si sono esaurite le impugnazioni ordinarie e la condanna è dive-nuta definitiva.

Non esistendo un appello inteso come secondo grado di merito sull'accertamento della colpevolezza (giudizio di fatto: guilty/not guilty), tutte le impugnazioni hanno la natura di appeal per errori di diritto ovvero violazione di legge.

2.2. L'iter delle impugnazioni ordinarie nei processi per reati statali è il seguente:

1) appello "diretto" alla Court of Appeals, laddove è esi-stente una intermediate court, per errori di diritto;

2) ricorso alla Supreme Court (statale), per errori di diritto, dopo il rigetto del ricorso da parte della court of appeal o direttamente se non esiste intermediate court;

3) ricorso alla U.S. Supreme Court (Corte Suprema federale, per violazioni, nell'ambito del procedimento statale, di principi ricavabili dalla Costituzionale federale).

L'iter delle impugnazioni ordinarie nei processi per reati federali è semplificato: 1) appello "diretto" alla U.S. Circuit Court: vi sono undici circuiti "ordinari" (ciascunoPage 3 comprende il territorio di più Stati) e alcuni circuiti "spe-ciali"; 2) ricorso alla U.S. Supreme Court: unica per tutto il territorio con sede nella capitale federale.

2.3. L'iter delle impugnazioni straordinarie si snoda nell'ambito del variegato istituto dei collateral attacks, che nella materia...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA