Informatica giuridica, fonti del diritto e valutazioni

Autore:Aleksaner Pecienlk
Carica:Professore nell'Università di Lund (Spezia).
Pagine:77-119
RIEPILOGO

1. Un po' di fantascienza. - 2. Complessità di un sistema giuridico, - 3, Idealizzazione, studio dot trinale del diritto, coerenza, razionalità. - 4. Fantasticherie su un sistema giuridico computerizzato. - 5. Problemi empirici riguardanti le valutazioni nel diritto, - 6. Calcolatori, prammatica e idealizzazioni. - 7. Note conclusive.

 
ESTRATTO GRATUITO

Page 77

@1. Un po' di fantascienza

1.1, Un caso è stato deciso da un Tribunale Svedese (FFR 1969 p. 169),

Dimenticate la decisione, e considerate il caso come se fosse stato appena rimesso al Tribunale, II caso è il seguente; una ragazza di sedici anni, gravemente ferita e traumatizzata a causa di un incidente automobilistico, fu portata all'ospedale, dove poche ore dopo cadde dal letto e in breve tempo morì.

Si può ritenere responsabile un dipendente dell'ospedale per la morte di questa ragazza?

1.2, Immaginate un dialogo con un calcolatore. (Il calcolatore in questione non esiste, finora...). La valutazione di molte decisioni giudiziarie, -norme legislative, ecc, citate più avanti, è puramente fittizia. I precedenti, tuttavia, confrontati colla decisione in questione sono veri. « Articoli » == Articoli di legge. « Adeguata » = non troppo remota, ecc.

1.3, II dialogo: d. danni?

La domanda è soddisfatta da 135 articoli, 2.000 sentenze, 2.500 disposizioni nei materiali preparatori, 28.000 documenti dottriNALI.

t. articoli

(ARTICOLI NOMINATI)Page 78

d. (articoli citati)

d. danni + causa adeguata?

La domanda è soddisfatta da zero articoli, 1.100 sentenze 5 disposizioni NEI DOCUMENTI PREPARATORI, 1,500 DOCUMENTI DOTTRINALI.

d. danni + causa adeguata + danno a persone + causa complementare?

La domanda è soddisfatta da zero articoli, 19 sentenze, zero disposizioni NEI DOCUMENTI PREPARATORI, 800 DOCUMENTI DOTTRINALI.

t. sentenze + 20 anni

NJA 1957 p. 139, NJA 1966 p. 30, FFR 1970 p. 149 d,

NJA 1957 p. 139. À ha investito B. B moribondo. Poi C investe B,

B MORTO. A RESPONSABILE.

NJÀ 1966 P. 30, A HA PROVOCATO INCIDENTE AUTOMOBILISTICO, B LEG-GERMENTE FERITO GIACE SULLA STRADA. Poi C INVESTE B. A RESPONSABILE. ...

FFR 1970 p. 149. A ha investito B, B gravemente ferito. PoiC investe B. B MUORE. A RESPONSABILE.

d, danni +- causa adeguata + danno - a persona + causa complementare +; causa complementare generalmente più importante + causa complementare/più importante nel caso specifico?

La domanda è soddisfatta da zero articoli zero sentenze, ;zero disposizioni NEI DOCUMENTI PREPARATORI, 85 DOCUMENTI DOTTRINALI.

d. documenti dottrinali . (ognuno di essi citava, tra le altre cose, la seguente);

La differenza tra il tipo di caso descritto dalla combinazione di parole chiave nell'ultimo quesito e njà 1957 p. 139 + njà 1966 p. 30 + FFR 1970 p. 149: Nel caso in considerazione il modo di B-

Di essere ferito è insolito - caduta da un letto; e l'attività di a - di assistere I pazienti - è generalmente meno pericolosa di guidare una macchina; ed è incerto il fatto che la caduta dal letto sia di grande importanza per la morte, jnoltee nei casi confrontati, è certo che l'azione di a di investire e ferire b fosse una causa adeguata della possibilità di c di ferire ancor più gravemente b, mentre nel caso in esame la negligenza posteriore di a non può rappresentare una causa bella precedente negligenza di c.Page 79

1.4. Il dialogo col calcolatore può continuare.

Dopo alcune fasi ulteriori il quesito finale sarà possibile:

Raccomandazioni ?

Respingete in base ai prò e i contro

1.5. Il precedente pezzo di «fantascienza» e per meglio dire il presente articolo è ispirato nell'insieme, dalle seguenti idee;

- « Eine juristische Methodenbank » 1 (una banca di metodi giuridici) è necessaria ad un impiego proficuo dell'elaborazione automatica dei dati (ADP) nel diritto.

Wolfgang Kilian è arrivato alla conclusione che, fin quando un metodo giuridico non è stato analizzato a sufficienza, Fuso dei calcolatori non diminuisce affatto il lavoro mentale dei giuristi, ma al contrario lo accresce 2.

- Uno studioso norvegese, Jon Bing, non si contenta affatto di limitare-l'impiego dell'APD nel diritto, a dati riguardanti le leggi e le sentenze. Egli desidererebbe un'armonizzazione delle fonti del diritto, comprese le leggi, le sentenze ed altri documenti.

Conclude inoltre che si deve tener conto dell'interdipendenza di aspetti normativi ed empirici allorché si stabiliscono le relative priorità dei tipi di fonti del diritto. Se si vuole accrescere l'uso dell'ADP nel diritto, è necessario stabilire certe priorità 3.

- In futuro avranno luogo due operazioni: quella di adattare le tecniche dell'ADP al diritto, e quella di adattare il diritto alle tecniche dellADP 4.

@2. Complessità di un sistema giuridico

2,1. Molteplici concezioni riguardo a un sistema giuridico 5

2.1.1. Un sistema giuridico è costituito da una serie ordinata di norme» tenute in considerazione dai giuristi.Page 80

Questa non è assolutamente una definizione esatta di sistema giuridico, ma soltanto una vaga condizione che un sistema giuridico deve adempiere. Una definizione deve specificare esattamente quali nórme vengono prese in considerazione e da quale genere di giuristi, etc,

Un ordinamento giuridico è una sequenza di sistemi giuridici, che si succedono l'uno all'altro. Così un ordinamento giuridico è un sistema giuridico con in più la dimensione del tempo. Un sistema giuridico è un ordinamento giuridico in un preciso momento. Naturalmente, un ordinamento giuridico è molto più complesso di un sistema giuridico. Tuttavia anche un sistema giuridico è complesso6.

2.1.2. Quali norme appartengono e quali non appartengono ad un sistema giuridico?

Questo, in realtà, è il problema di cosa s'intende per « diritto valido », In questo contesto'concorrono parecchie concezioni. Ognuna di esse costituisce il gioco linguistico sulla validità giuridica.

Sotto l'influenza di Àulis Aarnio, io considero adesso i sistemi giuridici nella prospettiva di giochi linguistici7.

2.1.3. 1 positivisti credono nella possibilità di distinguere le norme giuri-diche (norme positive, norme giuridicamente valide, o come altro si voglia chiamarle) da altre norme, senza ricorrere ad alcun riferimento-alla morale. I sostenitori del diritto naturale credono esattamente il contrario. I giuristi pratici sono forse più spesso positivisti, tuttavia essi sono incoerenti.

Infatti essi praticano in realtà un gioco linguistico talora con tratti di positivismo, talora con tratti di diritto naturale,

2.1.4. Perfino la parte positivistica del gioco linguistico sulla validità contiene molte elaborazioni concettuali. 1 previsionisti considerano il diritto positivo come l'insieme di norme che saranno applicate dai tribunali8.Page 81

I normatiyisti, vedono il diritto positivo come l'insieme di norme create in armonia con norme superiori. I giuristi pratici praticano un gioco linguistico contenente elementi di previsionismo ed altri di normativismo.

2.1.5. La complessità tuttavia, è ben più profonda. Il gioco linguistico sul diritto non comprende esclusivamente la concezione per così dire del diritto ufficialmente valido ma anche quella della sua interpretazione.

I documenti compresi nel contesto interpretativo possono essere o non essere norme giuridiche positive ufficialmente valide. Il gioco linguistico sui documenti in questione consiste di due linee di pensiero. La prima riguarda la questione di come si forma una decisione giuridica, la seconda di come si redige una decisione giuridica.

2.2. La redazione di una decisione e fonti del diritto

2.2.1. La linea di pensiero relativa al problema di come redigere una decisione comprende tutti i problemi classici di interpretazione e di costruzione delle leggi. Le affermazioni riguardanti l'interpretazione del diritto possono essere considerate come un « prodotto » di una serie di operazioni, a partire dalle fonti del diritto riconosciute.

Le fonti del diritto comprendono documenti che devono, o dovrebbero, o possono essere presi in considerazione 9, 1 documenti che devono essere presi in considerazione comprendono innanzitutto le leggi e, nei paesi di Com-mon lata, i precedenti, etc, I documenti che dovrebbero essere presi in considerazione comprendono - nel diritto continentale - i precedenti e in molti paesi i travaux préparatoires, e talvolta anche altri documenti.

Infine, alcune « fonti » possono essere prese in considerazione; per esempio scritti giuridici, progetti di legge, leggi abrogate, leggi straniere e valutazioni che sono considerate predominanti nelle classi rilevanti della comunità, etc. Ha importanza notare che la distinzione fra i tre tipi di fonti del diritto non è'né netta né completamente « realistica ». Tra l'altro non è netta, perché proprio la definizione di ciò che si intende con « deve » o « dovrebbe » in generale, non può essere valida per tutti i sistemi giuridici. Riguardo alla legge svedese 1975, fu possibile dire che, trascurando ciò che « deve » essere tenuto in considerazione, un funzionario rischiava un'accusa penale, mentre trascurando ciò che solo « dovrebbe » essere preso in considerazione, esisteva unicamente il pericolo che la decisione venisse cancellata,Page 82 Tuttavia, la distinzione non può essere applicata così nettamente sia alla legge svedese 1977, sia a quella norvegese 1975, etc.

La distinzione non è completamente « realistica » perché è un'idealizzazione di una classificazione molto complessa delle fonti del diritto.

Per esempio, la serie di fonti che « possono » essere prese in considerazione comprende documenti molto eterogenei come la letteratura giuridica di un determinato paese, leggi straniere letteratura giuridica straniera, vantazioni morali spesso espresse da alcuni gruppi all'interno di una società, etc. È evidente che, per esempio, per i tribunali svedesi è più importante la letteratura giuridica svedese che non quella tedesca. Tuttavia, nella nostra idealizzazione, i Tribunali svedesi possono prendere in considerazione entrambi i generi di letteratura.

La distinzione non è netta anche in un altro senso: possono esistere delle controversie sul dubbio di appartenenza di certe fonti del diritto, a un gruppo o a un altro. Esempio:

In Svezia nel 1960 non era chiaro se certi documenti preparatori (travaux préparatoires) dovevano essere considerati documenti che avrebbero dovuto...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA