Indirizzo di saluto

Autore:Paolo Ciocia
Pagine:17-18
 
ESTRATTO GRATUITO
17
INDIRIZZO DI SALUTO
L’idea di un convegno nazionale di studi sulla pirateria, anzi
sulle “nuove piraterie” nel XXI secolo, ad un primo approccio,
superficiale ed istintivo, appare suggestiva e fortemente evocativa
di scenari incastonati in epoche remote e lì fissati in una dimen-
sione estranea alla nostra contemporaneità.
Ma, immediatamente dopo, svanito il fugace, e fallace, effetto
evocativo, l’idea progettuale di un convegno siffatto, si disvela in
tutta la sua forte attualità e nella sua corposa pregnanza scientifica,
caratterizzata e qualificata da un articolato e compiuto approccio
interdisciplinare.
La pirateria (le piraterie) appare allora, già dai titoli delle rela-
zioni e degli interventi in programma, come uno dei fenomeni mo-
derni di maggiore interesse per i giuristi, la cui comprensione ri-
chiede necessariamente l’apporto di molteplici profili di ricerca.
E così nelle due giornate e nelle quattro sessioni di lavoro, sul tema
si confrontano studiosi del diritto internazionale, del diritto com-
merciale, del diritto penale, del diritto civile, costituzionale, della
navigazione, così come gli storici del diritto e gli umanisti, ed an-
cora i militari delle diverse forze dell’ordine, come i tecnici, gli
esperti informatici ed i funzionari pubblici che operano nel settore.
In tal modo si aprono, sul tema, scenari e profili di ricerca sti-
molanti ed originali, moderni ed addirittura in continuo “divenire” (si
pensi solo alla cd pirateria informatica ed alle sue innumerevoli “ap-
plicazioni” o ai traffici internazionali dei rifiuti, per averne la misura)
ove il compito del giurista, lungi dalla fredda esegesi di norme, si mi-
sura in pieno con tutta la sua potenzialità di ricercatore, per individua-
re soluzioni nuove ed adeguate a questioni nuove, pluridisciplinari,
di respiro necessariamente comunitario ed internazionale.

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA