Dal 2011, nuovi incentivi col “conto energia” per gli impianti fotovoltaici

Pagine:679
 
ESTRATTO GRATUITO

Page 679

L’energia solare dà luogo alle tecnologie del solare fotovoltaico, termico e termodinamico. I raggi del sole, irraggiando i pannelli fotovoltaici producono energia elettrica, irraggiando i pannelli solari producono acqua calda per usi sanitari ed irraggiando i pannelli a specchio (che li riflettono su un fluido termovettore) producono ancora energia elettrica. La tecnologia fotovoltaica è quella che sta determinando più interesse per le opportunità che offre ai proprietari di edifici; è anche quella che più affascina in quanto converte direttamente l’irradiazione solare in energia elettrica. Quando i raggi solari colpiscono i pannelli fotovoltaici, gli elettroni cominciano a “muoversi” generando energia elettrica in seguito ad assorbimento della radiazione elettromagnetica.

Il Ministero dello sviluppo economico, con il d.m. 6 agosto 2010, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, ha previsto i nuovi incentivi per la produzione di energia elettrica da pannelli fotovoltaici. L’incentivo, beninteso, non cambierà per gli impianti entrati in esercizio quest’anno e per chi, completati i lavori entro fine anno, dovrà attendere anche i primi sei mesi dell’anno prossimo per completare l’allacciamento alla rete. Il terzo conto energia varrà solamente per impianti costruiti a partire dall’anno venturo.

Il nuovo decreto, da un lato prende atto dell’evoluzione intervenuta nella tecnologia fotovoltaica dopo l’entrata in vigore del d.m. 19 febbraio 2007 (denominato “nuovo” o “secondo” conto energia) e, dall’altro, intende valorizzare (e premiare ulteriormente) gli interventi che realmente promuoveranno l’integrazione architettonica del fotovoltaico, l’innovazione tecnologica e lo sviluppo di tecnologie innovative, per orientare lo sviluppo degli impianti verso applicazioni sempre più promettenti e che consentano minor utilizzo del territorio.

Saranno previsti i seguenti tipi di impianto: a) impianto solare fotovoltaico (tradizionale) a terra o su edifici; b) impianto integrato con caratteristiche innovative (con utilizzo di moduli e componenti speciali, sviluppati specificatamente per integrarsi e sostituire elementi architettonici, secondo una guida che il Gse predisporrà entro il 1 gennaio 2011); c) impianto a concentrazione, in cui la luce solare è concentrata, tramite sistemi ottici, su celle fotovoltaiche (finora escluso dagli incentivi) ma riservato a persone giuridiche e soggetti pubblici; d) impianto con innovazione tecnologica (che utilizza...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA