I principi fondamentali

AutoreA. Moretti
Pagine85-96
85
Capitolo 7
Il principio
personalista
e pluralista
I diritti
umani
I diritti inviolabili
1
I PRINCIPI FONDAMENTALI
7
La Costituzione si apre con i Principi fondamentali, 12 articoli in cui sono
codif‌icati i valori e i principi che esprimono le f‌inalità e le scelte - di tipo
ideologico e/o politico - sulle quali si basa tutto l’ordinamento dello Stato e
a cui devono ispirarsi anche tutte le azioni dei cittadini e delle istituzioni.
Dopo l’art. 1 Cost. che def‌inisce i caratteri fondamentali dello Stato italiano,
l’art. 2 Cost., uno degli articoli più ricchi di signif‌icato del testo costituzio-
nale, dichiara che la Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili
dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali (le cosiddette co-
munità intermedie quali famiglia, scuola, sindacati etc.) ove si svolge la sua
personalità e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà
politica, economica e sociale.
In questo caso, dunque, riconoscere signif‌ica ritenere preesistenti allo Stato
stesso tali diritti. Lo Stato non può concedere questi diritti perché, appunto,
ad esso addirittura preesistenti ma deve limitarsi a prendere atto della loro
connaturalità all’essere umano riconoscendoli formalmente e tutelandoli.
L’inviolabilità di tali diritti comporta che questi non possano essere dero-
gati dal legislatore ordinario e nemmeno oggetto di revisione costituzionale
(Barile e Corte Cost. n. 366/1991).
L’art. 2 Cost. sancisce così il cd. principio personalista, in base al quale
l’uomo e la dignità umana sono al di sopra dello Stato e delle sue leggi, e il
principio del pluralismo sociale, in base al quale sono garantiti i diritti
degli individui sia come singoli, sia nelle formazioni sociali all’interno delle
quali il singolo sviluppa la propria personalità (famiglia, sindacati, partiti
politici etc.)
Diff‌icile fare un elenco preciso e def‌initivo dei diritti fondamentali da ricom-
prendere nell’alveo normativo dell’art. 2 Cost. Sicuramente sono da annove-
rare tra questi tutti i diritti di libertà regolati dalle successive disposizioni co-
stituzionali (diritto alla libertà personale, alla capacità giuridica, alla libera
manifestazione del pensiero etc.), ma anche quei diritti non espressamente
previsti dalla Costituzione, frutto dell’evoluzione del costume e della co-

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA

VLEX uses login cookies to provide you with a better browsing experience. If you click on 'Accept' or continue browsing this site we consider that you accept our cookie policy. ACCEPT