I contratti di finanziamento

Autore:A. Moretti
Pagine:353-360
RIEPILOGO

1. Il leasing. 2. Il factoring. 3. Il forfaiting. 4. Il credito al consumo. 5. Le carte di credito.

 
ESTRATTO GRATUITO
353
27
I CONTRATTI DI FINANZIAMENTO
1
Il leasing
Il termine leasing deriva del verbo inglese to lease, il quale, nel suo
significato originario, fa riferimento all’attribuzione del diritto di
godere temporaneamente di un fondo rustico effettuata dal titolare
dello stesso ad un altro soggetto. Attualmente tale termine viene uti-
lizzato per fare riferimento a diverse figure contrattuali, la cui varietà
è determinata dallo specifico settore economico all’interno del quale
il rapporto è utilizzato, oppure da alcune particolarità di struttura e
di contenuto che i singoli accordi denotano.
Una fondamentale distinzione, in ogni caso, deve essere fatta tra lea-
sing operativo e leasing finanziario.
Il leasing operativo è il contratto in base al quale il produttore di un
bene standardizzato (cd. concedente) concede in godimento il bene
stesso ad un altro soggetto (cd. utilizzatore), il quale si obbliga a
corrisponde un canone periodico, commisurato al valore d’uso del
bene, per un periodo inferiore alla vita economica dello stesso. È
normalmente prevista a favore dell’utilizzatore la possibilità di ac-
quistare la proprietà del bene alla scadenza del rapporto attraverso il
versamento del prezzo residuo (cd. opzione di acquisto).
La dottrina prevalente è orientata nel senso di riportare tale figura
nell’ambito di una ordinaria locazione.
Più complessa è la fattispecie del leasing finanziario, contratto con il
quale un’impresa o una società di leasing (concedente) acquista o fa co-
struire da un terzo (fornitore), su scelta e indicazione del futuro utilizzato-
re, che assume tutti i rischi dell’operazione, un determinato bene mobile o
immobile e lo concede a quest’ultimo in utilizzazione contro il versamento
di un corrispettivo periodico per un tempo predeterminato, al cui termine
l’utilizzatore può optare per il rinnovo della locazione, la restituzione del
bene o l’acquisto dello stesso (diritto di opzione) a un prezzo prefissato
(prezzo di opzione). Il valore complessivo dei canoni periodici versati dal-
l’utilizzatore è commisurato al prezzo di acquisto del bene, maggiorato dei
costi dell’operazione, degli interessi e degli utili dell’impresa di leasing.
Leasing
operativo
Leasing
finanziario

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA