COMUNICATO - Proposta di modifica del disciplinare di produzione della indicazione geografica protetta «Cipolla Rossa di Tropea Calabria». (11A10432)

 
INDICE
ESTRATTO GRATUITO

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ha ricevuto, nel quadro della procedura prevista dal regolamento (CE) n. 510/2006 del Consiglio del 20 marzo 2006, l'istanza intesa ad ottenere la modifica del disciplinare di produzione della indicazione geografica protetta «Cipolla Rossa di Tropea Calabria» registrata con regolamento (CE) n. 284/2008 del 27 marzo 2008.

Considerato che la modifica e' stata presentata dal Consorzio di Tutela della Cipolla Rossa di Tropea Calabria I.G.P, Largo Ruffa s.n.c, casella postale 112 - 89861 Tropea (VV), e che il predetto consorzio e' l'unico soggetto legittimato a presentare l'istanza di modifica del disciplinare di produzione ai sensi dell'art. 14 della legge n. 526/1999.

Ritenuto che le modifiche apportate non alterano le caratteristiche del prodotto e non attenuano il legame con l'ambiente geografico.

Considerato altresi', che l'art. 9 del regolamento (CE) n. 510/2006 prevede la possibilita' da parte degli Stati membri, di chiedere la modifica ai disciplinari di produzione delle denominazioni registrate.

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali acquisito il parere della Regione Calabria circa la richiesta di modifica, ritiene di dover procedere alla pubblicazione del disciplinare di produzione della I.G.P. « Cipolla Rossa di Tropea Calabria» cosi' come modificato.

Le eventuali osservazioni, adeguatamente motivate, relative alla presente proposta, dovranno essere presentate, al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali - Dipartimento delle politiche competitive del mondo rurale e della qualita' - Direzione generale dello sviluppo agroalimentare e della qualita' - SAQ VII, via XX Settembre n. 20 - 00187 Roma - entro trenta giorni dalla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana della presente proposta, dai soggetti interessati e costituiranno oggetto di opportuna valutazione da parte del predetto Ministero, prima della trasmissione della suddetta proposta di modifica alla Commissione Europea.

Allegato

Disciplinare di produzione della indicazione geografica protetta

Cipolla Rossa di Tropea Calabria

Art. 1.

Denominazione

La indicazione geografica protetta I.G.P. «Cipolla Rossa di Tropea Calabria» designa i bulbi di cipolla rossa nella tipologia cipollotto, cipolla da consumo fresco, cipolla da serbo, che rispondono alle condizioni ed ai requisiti stabiliti nel presente disciplinare di produzione ai sensi del Reg. (CE) 510/2006 .

Art. 2.

Descrizione del prodotto

La denominazione «Cipolla Rossa di Tropea Calabria IGP» individua i bulbi della Specie Allium Cepa limitatamente ai seguenti ecotipi autoctoni, che si distinguono in base alla forma e alla precocita' di bulbificazione derivante dall'influenza del fotoperiodo:

Tondo Piatta

o primaticcia;

Mezza Campana

o medio precoce;

Allungata

o tardiva.

Si distinguono tre tipologie di prodotto:

1) Cipollotto:

  1. colore: bianco-rosato - violaceo;

  2. sapore: dolce, tenero;

  3. calibro: si rimanda ai vincoli previsti dalle norme comunitarie;

    Il profilo merceologico del Cipollotto a I.G.P.comprende la Categoria I.

    2) Cipolla da consumo fresco:

  4. colore: bianco-rosso fino al violaceo;

  5. sapore: dolci e teneri;

  6. calibro: si rimanda ai vincoli previsti dalle norme comunitarie;

    Il profilo merceologico della Cipolla da consumo fresco a I.G.P. comprende la Categoria I.

    3) Cipolla da serbo:

  7. colore: rosso-violaceo;

  8. sapore: dolci e croccanti;

  9. calibro: si rimanda ai vincoli previsti dalle norme comunitarie;

    Il profilo merceologico della Cipolla da serbo a I.G.P. comprende la Categoria I.

    Art. 3

    Zona di Produzione

    La zona di produzione della Cipolla Rossa di Tropea Calabria IGP comprende, i terreni idonei ricadenti nel territorio amministrativo, tutto o in parte, dei seguenti comuni calabresi:

  10. provincia di Cosenza: parte dei comuni di Fiumefreddo, Longobardi, Serra d'Aiello, Belmonte, Amantea;

  11. provincia di Catanzaro: parte dei comuni di Nocera Terinese, Falerna, Gizzeria, Lamezia Terme, Curinga;

  12. provincia di Vibo Valentia: parte dei comuni di Pizzo, Vibo Valentia, Briatico, Parghelia, Zambrone, Zaccanopoli, Zungri, Drapia, Tropea, Ricadi, Spilinga, Joppolo, Nicotera. Delimitazione area provincia di Cosenza. Foglio 236 IV S.O. I.G.M. della Carta d'Italia -1959 Fiumefreddo

    Bruzio - 236 IV S.E. Monte Cucuzzo, 236 III N.E. Amantea

    La delimitazione dell'area ricadente nella provincia di Cosenza che va da Fiumefreddo Bruzio ad Amantea ha per limite Nord il Torrente Bardano dalla linea ferrata alla ex S.S. 18 tra il Km 358-359 in localita' Reggio - Scornavacca nel comune di Fiumefreddo.

    Da questo punto il confine risale costeggiando la sponda Nord del Torrente Bardano per circa 1 Km per poi ridiscendere costeggiando la sponda Sud fino ad incontrare la ex SS 18 e da qui per 2 Km fino ad arrivare agli inizi del vallone Cordari.

    Si risale dalla parte nord del vallone per circa 500 metri per ridiscenderlo verso sud fino ad incontrare nuovamente la ex SS 18 in localita' C. Aloe che delimita la zona ancora per 1 Km fino al torrente Agosto nei pressi della localita' Tarifi.

    Si risale costeggiando la sponda Nord del torrente anzidetto per 1 Km fino all'incrocio della vecchia strada in localita' Zagarone che porta alla localita' S. Barbara; dall'incrocio si segue la strada verso Sud che porta alla localita' S. Croce e si prosegue lasciando la vecchia strada in direzione Sud per circa 180 metri fino ad incontrare il Torrente S. Croce che delimita i territori comunali di Longobardi e Belmonte Calabro.

    Si ridiscende costeggiando la sponda Sud del torrente per circa 900 metri fino ad incontrare nuovamente la ex SS 18 nei pressi della localita' Campo di Mare.

    Da qui il confine...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA