DECRETO 9 gennaio 2008 - Riconoscimento, al sig. Lungu George Nicu, di titolo di studio estero, quale titolo abilitante all''esercizio in Italia della professione di ingegnere.

 
INDICE
ESTRATTO GRATUITO

IL DIRETTORE GENERALE

della giustizia civile

Visti gli articoli 1 e 8 della legge 29 dicembre 1990, n. 428, recante disposizioni per l'adempimento di obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea;

Visto il decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 115, di attuazione della direttiva n. 89/48/CEE del 21 dicembre 1988 relativa ad un sistema generale di riconoscimento di diplomi di istruzione superiore che sanzionano formazioni professionali di durata minima di tre anni;

Visto il decreto legislativo 8 luglio 2003, n. 277, di attuazione della direttiva n. 2001/19 che modifica le direttive 89/48/CEE e 92/51/CEE del Consiglio relative al sistema generale di riconoscimento delle qualifiche professionali;

Visto il decreto legislativo 9 novembre 2007, n. 206, di attuazione della direttiva n. 2005/36/CE del 7 settembre 2005, relativa a riconoscimento delle qualifiche professionali;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 5 giugno 2001, n. 328, contenente ´Modifiche ed integrazioni della disciplina dei requisiti per l'ammissione all'esame di Stato e delle relative prove per l'esercizio di talune professioni, nonche' della disciplina dei relativi ordinamentiª;

Vista l'istanza del sig. Lungu George Nicu, nato l'8 aprile 1977 a Galati (Romania), cittadino rumeno, diretta ad ottenere, ai sensi dell'art. 12 del decreto legislativo n. 115/1992, cosi' come sopra modificato, il riconoscimento del proprio titolo accademico professionale di ´Inginer diplomat - profilul stinta materialelor, specializarea prelucrari plastice si tratamente termiceª conseguito presso la ´Universitatea Dunarea de Josª di Galati nel giugno 2005, come attestato dal ´Ministerul Educatiei si Cercetariiª, ai fini dell'accesso all'albo degli ingegneri - sezione A settore industriale e l'esercizio in Italia della omonima professione;

Viste le determinazioni della conferenza di servizi nella seduta del 7 dicembre 2007;

Considerato il conforme parere del rappresentante del consiglio nazionale di categoria nella seduta sopra indicata;

Rilevato che vi sono differenze tra la formazione accademico-professionale richiesta in Italia per l'esercizio della professione di ingegnere - sezione A settore industriale e quella di cui e' in possesso l'istante, per cui appare necessario applicare le misure compensative;

Visto l'art. 6, n. 1...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA