LEGGE 10 febbraio 2005, n. 28 - Ratifica ed esecuzione dell'Accordo fra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo della Repubblica di Armenia sulla cooperazione in materia di cultura, istruzione, scienza e tecnica, fatto a Yerevan il 15 aprile 2003

 
ESTRATTO GRATUITO

LEGGE 10 febbraio 2005, n.28

Ratifica ed esecuzione dell'Accordo fra il Governo della Repubblica italiana

ed il Governo della Repubblica di Armenia sulla cooperazione in materia di cultura,

istruzione, scienza e tecnica, fatto a Yerevan il 15 aprile 2003.

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Promulga la seguente legge:

Art. 1.

  1. Il Presidente della Repubblica e' autorizzato a ratificare l'Accordo fra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo della Repubblica di Armenia sulla cooperazione in materia di cultura, istruzione, scienza e tecnica, fatto a Yerevan il 15 aprile 2003.

    Art. 2.

  2. Piena ed intera esecuzione e' data all'Accordo di cui all'articolo 1, a decorrere dalla data della sua entrata in vigore, in conformita' a quanto disposto dall'articolo 18 dell'Accordo stesso.

    Art. 3.

  3. Per l'attuazione della presente legge e' autorizzata la spesa di euro 263.150 per ciascuno degli anni 2004 e 2005 e di euro 269.320 annui a decorrere dall'anno 2006. Al relativo onere si provvede mediante corrispondente riduzione dello stanziamento iscritto, ai fini del bilancio triennale 2004-2006, nell'ambito dell'unita' previsionale di base di parte corrente ´Fondo specialeª dello stato di previsione del Ministero dell'economia e delle finanze per l'anno 2004, allo scopo parzialmente utilizzando l'accantonamento relativo al Ministero degli affari esteri.

  4. Il Ministro dell'economia e delle finanze e' autorizzato ad apportare, con propri decreti, le occorrenti variazioni di bilancio.

    Art. 4.

  5. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

    La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara' inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.

    Data a Roma, addi' 10 febbraio 2005 CIAMPI Berlusconi, Presidente del Consiglio dei Ministri Fini, Ministro degli affari esteri

    Visto, il Guardasigilli: Castelli

    LAVORI PREPARATORI Senato della Repubblica (atto n. 2656)

    Presentato dal Ministro degli affari esteri (Frattini) il 16 dicembre 2003; Assegnato alla 3™ commissione (Affari esteri), in sede referente, il 5 febbraio 2004 con pareri delle commissioni 1™, 2™, 5™, 7™, 10™; Esaminato dalla 3™ commissione il 16 e 23 marzo 2004; Relazione scritta annunciata il 30 marzo 2004 (atto n.

    2656-A relatore sen. Bonfietti); Esaminato in aula ed approvato il 20 aprile 2004.

    Camera dei deputati (atto n. 4918)

    Assegnato alla III commissione (Affari esteri), in sede referente, il 28 aprile 2004...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA