Le forme di integrazione tra imprese

Autore:A. Moretti
Pagine:105-112
RIEPILOGO

1. I consorzi fra imprenditori. 2. Consorzi con attività esterna e consorzi con attività interna. 3. Le società consortili. 4. Le associazioni temporanee di impresa. 5. Il gruppo europeo di interesse economico.

 
ESTRATTO GRATUITO
105
7
LE FORME DI INTEGRAZIONE
TRA IMPRESE
1
I consorzi fra imprenditori
Il consorzio è il contratto con il quale più imprenditori creano un’or-
ganizzazione comune per la disciplina o per lo svolgimento di deter-
minate fasi delle rispettive imprese (art. 2602 c.c.).
Le finalità che possono formare oggetto del contratto di consorzio
sono due. L’organizzazione comune, infatti, può essere creata:
- allo scopo di disciplinare, limitandola, la reciproca concorrenza tra
le imprese consorziate (consorzi anticoncorrenziali);
- allo scopo di ridurre i costi di gestione o di aumentare i profitti
attraverso lo svolgimento in comune di alcune fasi delle rispettive
imprese (consorzi di coordinamento).
Ciò che, comunque, caratterizza il consorzio e lo differenzia dalle in-
tese, è la creazione di unorganizzazione comune, cioè di appositi or-
gani che svolgono una determinata funzione nell’interesse comune.
Gli imprenditori che stipulano il contratto di consorzio possono svolgere anche attività
economiche diverse. In passa to, invece, l’art. 2602 c.c. richiedeva espressamen te che gli
imprenditori esercitassero la medesima attività economica o attività economiche connes-
se.
Il testo originario dell’articolo citato, inoltre, regolamentava il consorzio essenzialmente
come uno strumento diretto a disciplinare la reciproca concorrenza tra gli imprenditori.
L’art. 2602 c.c. è stato poi sostituito dalla l. 10-5-1976, n. 377, che ha eliminato il riferi-
mento all’attività svolta ed ha preso atto del progressivo ampliamento delle finalità che
il contratto di consorzio permette di rag giungere; esso, in partic olare, può rappresentare
uno strumento di cooperazione tra imprese finalizzato alla riduzione dei costi di gest ione
dei singoli consorziati.
2
Consorzi con attività esterna
e consorzi con attività interna
Il contratto di consorzio può contenere un accordo che rileva solo nei
rapporti interni tra gli imprenditori consorziati. Questi ultimi pos-
sono, ad esempio, prendere l’impegno di scambiarsi periodicamente
Nozione
Finalità

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA