CIRCOLARE 7 gennaio 1999, n. 4 - Modalita' per la presentazione di proposte per il finanziamento di iniziative volte a favorire l'individuazione e lo scambio di informazioni ed esperienze sulle buone prassi, nel quadro del programma d'azione comunitaria a medio termine per le pari opportunita' per le donne e gli uomini (1996-2000)

 
ESTRATTO GRATUITO

CIRCOLARE 7 gennaio 1999, n. 4.

Modalita' per la presentazione di proposte per il finanziamento di iniziative volte a favorire l'individuazione e lo scambio di informazioni ed esperienze sulle buone prassi, nel quadro del programma d'azione comunitaria a medio termine per le pari opportunita' per le donne e gli uomini (1996-2000).

  1. Informazioni generali.

    1.1. Premessa.

    Con la presente circolare si vogliono delineare le finalita' e le modalita' generali di accesso alla iniziativa comunitaria adottata dal Consiglio della Comunita' europea con decisione 95/593/CE del 22 dicembre 1995, pubblicata in G.U.C.E., serie L n. 335 del 30 dicembre 1995, che istituisce un programma di azione comunitaria a medio termine per le pari opportunita' per le donne e gli uomini (denominato di seguito "programma") per il periodo che intercorre tra il 1 gennaio l996 ed il 31 dicembre 2000.

    Vengono pertanto illustrati, di seguito, i contenuti dell'invito a presentare proposte per il cofinanziamento delle iniziative previste dal programma, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale delle Comunita' europee, parte c, n. 377 del 5 dicembre 1998.

    1.2. Finalita' ed obiettivi del programma comunitario.

    Il programma e' destinato a promuovere l'integrazione della dimensione delle pari opportunita' per le donne e gli uomini nell'elaborazione, nell'attuazione e nel monitoraggio di tutte le politiche e azioni dell'Unione europea e degli Stati membri, nel rispetto delle rispettive competenze.

    Il programma sostiene gli sforzi degli Stati membri in materia di pari opportunita' per le donne e gli uomini ed ha come obiettivi: a) promuovere l'integrazione della dimensione delle pari opportunita' per le donne e gli uomini in tutte le politiche e azioni (mainstreaming); b) mobilitare, per realizzare le pari opportunita' per le donne e gli uomini, tutti gli attori socioeconomici; c) promuovere le pari opportunita' per le donne e gli uomini nell'ambito di un'economia che evolve, in particolare nel campo dell'istruzione, della formazione professionale e del mercato del lavoro; d) conciliare la vita familiare e la vita professionale delle donne e degli uomini; e) promuovere la partecipazione equilibrata delle donne e degli uomini nel processo decisionale; f) rafforzare le condizioni per l'esercizio dei diritti di parita'.

    1.3. Limitazioni e valore precipuo del programma.

    Il programma costituisce un importante completamento alle azioni avviate nell'ambito di altre politiche comunitarie, compresi i fondi strutturali. Di conseguenza, esso non mira a sostenere l'insieme delle iniziative che possono essere condotte localmente a favore delle donne che in determinati settori possono beneficiare del contributo delle suddette politiche. Ugualmente escluse sono le proposte concernenti esclusivamente studi e proposte di prolungamento di azioni gia' selezionate, oggetto di bandi comunitari diversi.

    Il valore precipuo del programma consiste in particolare nell'individuazione e nello scambio trasnazionale di informazioni e di esperienze sulle buone prassi nel settore delle pari opportunita' per le donne e gli uomini.

    1.4. Obiettivo dell'invito a presentare proposte.

    Il presente invito a presentare proposte si prefigge di selezionare i progetti che saranno sostenuti dal programma a titolo del bilancio 1999.

    Ai...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA