CONCORSO (scad. 30 gennaio 2012) - Concorso pubblico, per esami, a complessivi 69 posti di dirigente di seconda fascia.

IL DIRETTORE della Direzione Centrale Personale e Organizzazione Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300;

Visto il decreto ministeriale 28 dicembre 2000, n. 1390;

Visto il regolamento di amministrazione dell'Agenzia delle dogane;

Visto lo statuto dell'Agenzia delle dogane;

Viste le determinazioni del Direttore dell'Agenzia delle dogane n. 23720/RI del 7 agosto 2009, n. 26619 del 28 settembre 2010 e n.

27804/RI del 9 novembre 2010 che hanno definito il nuovo assetto organizzativo dell'Agenzia delle dogane;

Vista la legge 24 dicembre 1986, n. 958, concernente norme sul servizio militare di leva e sulla ferma prolungata e successive modificazioni e integrazioni;

Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241, in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi e successive modificazioni e integrazioni;

Vista la legge 28 marzo 1991, n. 120, recante norme in favore dei privi della vista per l'ammissione ai concorsi;

Vista la legge 5 febbraio 1992, n. 104, per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate e successive modificazioni e integrazioni;

Vista la legge 12 marzo 1999, n. 68, contenente norme per il diritto al lavoro dei disabili e successive modificazioni e integrazioni;

Vista la circolare 6 del 24 luglio 1999 della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Funzione Pubblica concernente l'applicazione dell'art. 20, della legge n. 104/1992 'prove d'esame nei concorsi pubblici e per l'abilitazione alle professioni';

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487, recante norme sull'accesso agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni e le modalita' di svolgimento dei concorsi, e successive modificazioni e integrazioni;

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 7 febbraio 1994, n. 174 e successive modificazioni, con cui e' stato adottato il regolamento recante norme sull'accesso dei cittadini degli stati membri dell'Unione europea ai posti di lavoro presso le amministrazioni pubbliche;

Vista la legge 15 maggio 1997, n. 127 recante 'misure urgenti per lo snellimento dell'attivita' amministrativa e dei procedimenti di decisione e di controllo' e, in particolare, l'art. 3, comma 7 come modificato dall'art. 2, comma 9, della legge 16 giugno 1998, n. 191;

Vista la sentenza del 7 settembre 2009 del Consiglio di Stato,

Sezione V, n 5234;

Vista la legge 27 dicembre 1997, n. 449, recante misure per la stabilizzazione della finanza pubblica, nonche' le successive disposizioni finanziarie emanate per la formazione dei relativi bilanci annuali e pluriennali dello Stato;

Vista la legge 8 luglio 1998, n. 230, recante nuove norme in materia di obiezione di coscienza;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, contenente il testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa;

Visto il decreto legislativo 8 maggio 2001, n. 215, recante disposizioni per disciplinare la trasformazione progressiva dello strumento militare in professionale, a norma dell'art. 3, comma 1, della legge 14 novembre 2000, n. 331;

Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, contenente le norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche, e successive modificazioni e integrazioni;

Vista la legge 15 luglio 2002, n. 145, recante 'disposizioni per il riordino della dirigenza statale e per favorire lo scambio di esperienze e l'interazione tra pubblico e privato' e successive modificazioni e integrazioni;

Visto il decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, recante il codice in materia di protezione dei dati personali;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 23 aprile 2004, n. 108, con il quale e' stato approvato il regolamento recante disciplina per l'istituzione, l'organizzazione e il funzionamento del ruolo dei dirigenti nelle amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo;

Vista la legge 23 agosto 2004, n. 226, concernente la sospensione anticipata del servizio obbligatorio di leva e disciplina dei volontari di truppa in ferma prefissata, nonche' delega al governo per il conseguente coordinamento con la normativa di settore;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 24 settembre 2004, n. 272, recante disciplina in materia di accesso alla qualifica di dirigente in applicazione dell'art. 28, comma 5, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e successive modificazioni e integrazioni;

Visto il decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 recante il 'codice dell'amministrazione digitale' e successive modificazioni e integrazioni;

Visto il decreto legislativo 11 aprile 2006, n. 198 recante il codice delle pari opportunita' tra uomo e donna;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 12 aprile 2006, n. 184 con il quale e' stato adottato il regolamento recante la disciplina di accesso ai documenti amministrativi;

Visto il decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185 recante 'Misure urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione e impresa e per ridisegnare in funzione anti-crisi il quadro strategico nazionale' convertito dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2 con particolare riferimento all'art. 16-bis, commi 5 e 6;

Visto il decreto del Ministro dell'universita' e della ricerca scientifica e tecnologica 3 novembre 1999, n. 509 con il quale e' stato approvato il regolamento per l'autonomia didattica degli atenei;

Visto il decreto del Ministro dell'istruzione, dell'universita' e della ricerca 22 ottobre 2004, n. 270 con il quale sono state apportate modifiche al regolamento per l'autonomia didattica degli atenei;

Visto il decreto interministeriale firmato il 9 luglio 2009 dal Ministro dell'istruzione, dell'universita' e della ricerca e dal Ministro per la pubblica amministrazione e l'innovazione e successive modificazioni, recante 'equiparazioni tra diplomi di lauree di vecchio ordinamento, lauree specialistiche (LS) ex decreto n.

509/1999 e lauree magistrali (LM) ex decreto n. 270/2004, ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi';

Visto il decreto interministeriale firmato il 9 luglio 2009 dal Ministro dell'istruzione, dell'universita' e della ricerca e dal Ministro per la pubblica amministrazione e l'innovazione recante 'equiparazione tra classi delle lauree di cui all'ex decreto n.

509/1999 e classi delle lauree di cui all'ex decreto n. 270/2004, ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi';

Visto l'art. 2 del decreto del Presidente della Repubblica 27 luglio 2011, n. 171 recante definizione dell'inidoneita' psicofisica all'impiego, ai sensi dell'art. 55 octies del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165;

Visto il C.C.N.L. del personale dirigente dell'Area VI per il quadriennio normativo 2002 - 2005, sottoscritto il 1° agosto 2006;

Visto il C.C.N.L. per il quadriennio normativo 2006 - 2009 sottoscritto il 21 luglio 2010 nonche' il C.C.N.L. per il biennio economico 2008-2009 sottoscritto il 21 luglio 2010;

Vista la direttiva 3 novembre 2005, n. 3 della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Funzione Pubblica riguardante: 'adempimenti delle Amministrazioni pubbliche, di cui all'art. 35, comma 4, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, in materia di avvio delle procedure concorsuali';

Vista la circolare 8 novembre 2005, n. 4 della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Funzione Pubblica riguardante: 'art. 28, comma 3, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, come successivamente integrato e modificato, concernente il riconoscimento del titolo di studio ai fini dell'accesso alla qualifica di dirigente nelle amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo, e negli enti pubblici non economici mediante la procedura del corso-concorso selettivo presso la Scuola superiore della pubblica amministrazione e indicazioni in materia di riconoscimento dei titoli di recente previsione in relazione all'accesso nelle pubbliche amministrazioni';

Vista la circolare n. 12 del 3 settembre 2010 della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Funzione Pubblica avente a oggetto 'Procedure concorsuali ed informatizzazione.

Modalita' di presentazione della domanda di ammissione ai concorsi pubblici indetti dalle amministrazioni. Chiarimenti e criteri interpretativi sull'utilizzo della PEC';

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 26 ottobre 2009, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale - Serie Generale n. 3 del 5 gennaio 2010 con il quale l'Agenzia delle dogane e' stata autorizzata a...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA