DECRETO 26 giugno 2012 - Modifica del decreto 28 dicembre 2007, recante «Progetti a favore dei distretti industriali» e del decreto 7 maggio 2010, recante «Riparto delle risorse per l''annualita'' 2008, da assegnare a favore dei distretti produttivi, ai sensi dell''articolo 1, comma 890, della legge finanziaria 2007». (12A09646)

 
ESTRATTO GRATUITO

IL MINISTRO

DELLO SVILUPPO ECONOMICO

di concerto con

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA

E DELLE FINANZE

Visto l'art. 1, comma 890, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (legge finanziaria 2007) che ha previsto un contributo statale a progetti in favore dei distretti produttivi adottati dalle regioni, per un ammontare massimo del 50% delle risorse pubbliche complessivamente impiegate in ciascun progetto, e ha altresi' previsto che con decreto del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, sentita la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano, sono individuati i progetti regionali ammessi al beneficio e i relativi oneri per il bilancio dello Stato ed eventuali ulteriori progetti di carattere nazionale;

Vista la legge di bilancio 24 dicembre 2007, n. 245, di previsione per l'anno 2008 che ha previsto uno stanziamento pari a 50 milioni di euro per progetti in favore dei distretti produttivi adottati dalle regioni e province autonome, secondo quanto disposto dall'art. 1, comma 890, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (legge finanziaria 2007) soprarichiamato;

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 23 dicembre 2003 in base al quale e secondo le percentuali riportate nella tabella allegata al provvedimento sono state ripartite le risorse sopra richiamate tra tutte le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano;

Visto il decreto ministeriale 28 dicembre 2007 recante "Progetti a favore dei distretti industriali «pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 22 marzo 2008, n. 70, emanato di concerto con il Ministero dell'economia e delle finanze, con il quale si e' provveduto alla ripartizione delle risorse destinate al cofinanziamento dei progetti regionali tra le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano e sono stati, contestualmente, definiti i criteri di ammissibilita', le modalita' e i termini di presentazione e le aree di intervento dei citati progetti regionali;

Visto, in particolare, il comma 4 dell'art. 3 del citato decreto ministeriale 28 dicembre 2007, con il quale si stabilisce che i progetti devono essere completati entro trentasei mesi dalla data di assegnazione delle risorse finanziarie;

Visto il decreto ministeriale del 7 maggio 2010 recante «Riparto delle risorse per l'annualita' 2008, da...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA