Il diritto tra filosofia della società e neuroscienze

Autore:Maurizio Sozio
Pagine:613-624
RIEPILOGO

0. Neuromania. - 1. Una teoria pragmatica della società: J. Habermas. - 2. Ontologia sociale: J. Searle. - 3. Un progetto di naturalizzazione della cognizione sociale: la neuro-fenomenologia di V. Gallese. - 4. Il diritto come riconoscimento.

 
ESTRATTO GRATUITO
M. Sozio

MAURIZIO SOZIO
IL DIRITTO TRA FILOSOFIA DELLA SOCIETÀ
E NEUROSCIENZE
S: 0. Neuromania. – 1. Una teoria pragmatica della società: J. Habermas.
– 2. Ontologia sociale: J. Searle. – 3. Un progetto di naturalizzazione della co-
gnizione sociale: la neuro-fenomenologia di V. Gallese. - 4. Il diritto come rico-
noscimento.
0. Le recenti conquiste delle neuroscienze hanno rivoluzionato l’approc-
cio epistemico di una pluralità di dominî del sapere umano.
Da qualche decennio si può infatti notare come il sufsso ‘neuro’ appaia
sempre più frequentemente, e per certi versi sorprendentemente, abbinato
ora all’estetica, ora all’etica, se non addirittura all’economia e alla teologia.
Tale “neuro-mania”, per usare una felice espressione di Umiltà e Legren-
zi1, non ha risparmiato, per così dire, neanche la losoa del diritto e il
fenomeno giuridico.
In particolare, nel nostro studio si cercherà di fare luce sul nesso episte-
mologico che lega la teoria della cognizione sociale, così come riformulabile
alla luce delle recenti scoperte sui “neuroni specchio” ad opera dell’équipe di
ricerca di G. Rizzolatti e V. Gallese (G. di Pellegrino, L. Fadiga, L. Fogassi),
con due importanti teorie del diritto come “fatto sociale”: la teoria pragma-
tica di J. Habermas e la ontologia sociale di J.R. Searle.
L’articolazione di uno studio sui fatti sociali che coinvolga anche aspet-
ti cognitivi fa propria, in un certo qual modo, la svolta fenomenologica di
Husserl secondo cui è possibile accedere alla comprensione neurofenome-
nologica dello spazio sociale antropico mettendo al centro dell’osservazione
non il Körper bensì il Leib, il corpo nel vivo dell’esperienza che può essere
considerato tanto dal punto di vista di un’analisi losoca trascendentale
quanto dal punto di vista dei processi nervosi che lo sottendono2.
1 P. L, C. U, Neuro-mania. Il cervello non spiega chi siamo, Il Mulino, Bologna,
2009.
2 E. H, Idee per una fenomenologia pura e per una losoa fenomenologica, II, Einaudi,
Torino, 2002.

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA