Diritti reali

Autore:Luigi Tramontano
Pagine:95-101
RIEPILOGO

1. Possesso, proprietà e altri diritti reali. 2. Beni in transito. 3. Usucapione di beni mobili. 4. Beni immateriali. 5. La pubblicità degli atti relativi ai diritti reali.

 
ESTRATTO GRATUITO
95
Capitolo 8
Disciplina
Pubblicità
degli atti
Possesso, proprietà e altri diritti reali
1
DIRITTI REALI
8
I diritti reali sono disciplinati dal capo VIII del Titolo III della L. 218/1995 i
cui criteri di riferimento normativo poggiano sul “ luogo” in cui si trova la
cosa (lex rei sitae).
La normativa tende, da un lato, a tutelare i rapporti inerenti ai beni,
dall’altro, di creare corrispondenza tra la disciplina giuridica e la fun-
zione economico-sociale del bene.
In particolare nell’ultima disposizione del capo VIII (art. 55) ritorna il cri-
terio della lex rei sitae in tema di pubblicità degli atti relativi a diritti
reali. Tra la situazioni giuridiche contemplate dalla norma c’è anche il
possesso che, pur non essendo un diritto reale, presenta con quest’ultimo
tratti di affinità in merito alla disciplina applicabile. Esso è qualificato come
un potere di fatto sulla cosa, che si manifesta in un’attività corrispondente
all’esercizio del diritto di proprietà o di altro diritto reale (art. 1140 c.c.).
Sulla scorta di tali considerazioni la lex rei sitae è confermata quale principio
regolatore in tema di possesso per quanto concerne la sua ammissibilità, i
suoi requisiti, il suo contenuto, i suoi effetti, nonché i caratteri differenziali
rispetto alla detenzione. Le azioni poste a tutela della lesione del possesso
(artt. 1168-1170 c.c.) sono regolate invece dalla lex fori.
Per quanto concerne la proprietà e agli altri diritti reali la lex rei sitae
disciplina:
a) l’identificazione dei diritti reali che possono essere qualificati
come tali;
b) il contenuto dei diritti reali, le modalità ed i limiti di esercizio;
c) la natura dei beni;
d) l’idoneità dei beni ad essere oggetto di diritti reali o di possesso e
l’esistenza di vincoli di indisponibilità sui medesimi;
e) i modi di acquisto e perdita del diritto.
Il comma 2 dell’art. 51 confermando la regola generale dell’applicazione
della lex rei sitae, ha previsto un trattamento diversificato a seconda che si
tratti di materia successoria o familiare e contrattuale per i cui diritti la sua
disciplina è assoggettata alla lexus causae.

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA