Diritti della persona anziana, tutela della salute e autonomia della volontà

Autore:Ferdinando Parente
Pagine:379-393
RIEPILOGO

1. La protezione dell’anziano nella fenomenologia della rilevanza normativa dell’età. La visuale dell’assiologismo e il valore unitario della persona. Il rigetto della dogmatica fondata sull’astrattezza del soggetto giuridico.-2. Il divieto costituzionale di discriminazione delle persone in base all’età: la distinzione tra la posizione dell’anziano autosufficiente e quella dell’anziano non... (visualizza il riepilogo completo)

 
ESTRATTO GRATUITO
FERDINANDO PARENTE
DIRITTI DELLA PERSONA ANZIANA,
TUTELA DELLA SALUTE E AUTONOMIA
DELLA VOLONTÀ
S: 1. La protezione dell’anziano nella fenomenologia della rilevanza nor-
mativa dell’età. La visuale dell’assiologismo e il valore unitario della persona. Il
rigetto della dogmatica fondata sull’astrattezza del soggetto giuridico.–2. Il di-
vieto costituzionale di discriminazione delle persone in base all’età: la distinzio-
ne tra la posizione dell’anziano autosufficiente e quella dell’anziano non auto-
sufficiente. La flessibilità degli strumenti di protezione. – 3. Il sistema dei
valori costituzionali e il legame tra la tutela della personalità, la protezione della
libertà e la salvaguardia della salute. La persona umana come entità psico-fisica
globale. Il rigetto di una categoria normativa unitaria dell’anziano. – 4. La defi-
nizione della salute come inscindibile benessere fisico, mentale, sociale e spiri-
tuale: i fattori emozionali negativi. La negazione dell’equivalenza tra lo stato di
salute e la condizione di assenza di malattia.–5. La distinzione tra il trattamento
sanitario obbligatorio e quello volontario. Il consenso del paziente come presup-
posto di legittimazione del trattamento medico-sanitario. Il giudizio di meritevo-
lezza degli interessi. – 6. L’intervento psicoterapeutico nei confronti dell’infer-
mo di mente non pericoloso. Il rilievo dello stato di necessità nel trattamento
coattivo verso l’infermo di mente pericoloso. – 7. La «sofferenza insuperabile e
non lenibile» come giustificazione assiologica della soppressione del «residuo
di vita» dell’individuo in «stato vegetativo permanente».–8. Il consenso infor-
mato all’atto medico: l’adeguatezza dell’informazione. – 9. L’anzianità come
categoria normativa irriducibile ad un contenuto uniforme. La tutela ordinamen-
tale dell’anziano come forma di «protezione e promozione» della persona uma-
na.
1. L’esigenza di ricostruire i diritti della persona alla luce delle assiologie
del sistema normativo, per superare la tradizionale astrattezza della categoria
del «soggetto giuridico»1, riguarda non soltanto la «persona matura», con-
siderata nel pieno delle sue potenzialità psico-siche, ma anche la «persona
1 P. P , Il diritto del minore all’assistenza: aspetti problematici ed attuativi, in I., La
persona e i suoi diritti. Problemi del diritto civile, Napoli, 2005, p. 295; F. P, La persona
e l’assetto delle tutele costituzionali, in G. L e F. P, Persona sica, in Tratt. dir. civ.
CNN Perlingieri, II, 1, Napoli, 2012, p. 11 ss.

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA