DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 17 marzo 2010, n. 54 - LR 12/2006, art. 7, comma 8. Regolamento recante modalita' di attuazione di iniziative e interventi diretti a diffondere la cultura del rispetto tra i sessi, a garantire la piena realizzazione delle pari opportunita' tra donna e uomo, a promuovere e attuare strumenti di prevenzione e di rimozione delle discriminazioni, ai sensi dell'articolo 7, comma 8, della legge regionale 21 luglio 2006, n. 12 (Assestamento del bilancio 2006 e del bilancio pluriennale per gli anni 2006-2008 ai sensi dell'articolo 18 della legge regionale 16 aprile 1999, n. 7).

 
INDICE
ESTRATTO GRATUITO

(Pubblicato nel Bollettino ufficiale della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia n. 13 del 31 marazo 2010) IL PRESIDENTE Visto l'art. 7, comma 8, della legge regionale 21 luglio 2006, n.

12 (Assestamento del bilancio 2006 e del bilancio pluriennale per gli anni 2006-2008 ai sensi dell'art. 18 della legge regionale 16 aprile 1999, n. 7), che risulta modificato dall'art. 10, comma 86, della legge regionale 30 dicembre 2008, n. 17 'Disposizioni per la formazione del bilancio pluriennale ed annuale della Regione (Legge finanziaria 2009)', in base al quale l'amministrazione regionale, al fine di attuare politiche di pari opportunita' tra donna e uomo, realizza proprie iniziative, promuove e sostiene interventi a cio' finalizzati e sostiene iniziative proposte da enti locali, da associazioni femminili di volontariato e di promozione sociale, dal terzo settore e da altri soggetti pubblici e privati, diretti a diffondere la cultura del rispetto tra i sessi e a garantire la piena realizzazione delle pari opportunita' tra donna e uomo;

Dato atto che con proprio decreto 29 aprile 2009, n. 0120/Pres.

e' stato emanato il 'Regolamento recante modalita' di attuazione di iniziative e interventi diretti a diffondere la cultura del rispetto tra i sessi e a garantire la piena realizzazione delle pari opportunita' tra donna e uomo, ai sensi dell' art. 7, comma 8, della legge regionale 21 luglio 2006, n. 12 (Assestamento del bilancio 2006 e del bilancio pluriennale per gli anni 2006 - 2008 ai sensi dell'art. 18 della legge regionale 16 aprile 1999, n. 7)';

Considerato che appare necessario provvedere a una rivisitazione delle disposizioni regolamentari al fine di adeguarle alle esigenze operative del Servizio pari opportunita' e politiche giovanili per la promozione e il sostegno di interventi di soggetti pubblici e privati;

Ritenuto di prevedere, in particolare, per la concessione di contributi per interventi di soggetti pubblici e privati diretti al perseguimento delle finalita' sopra richiamate il procedimento valutativo a graduatoria, ai sensi dell'art. 36, comma 2, della legge regionale 20 marzo 2000, n. 7 (Testo unico delle norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso), disponendo l'applicazione del procedimento valutativo a bando di cui all'art.

36, comma 3, della legge regionale n. 7/2000 per la promozione e il sostegno di interventi mirati su temi specifici nell'ambito delle medesime finalita';

Visto lo schema di regolamento predisposto dalla Direzione centrale lavoro, universita' e ricerca - Servizio pari opportunita' e politiche giovanili;

Ritenuto di potere procedere all'emanazione del regolamento di cui si tratta, nella considerazione che corrisponde alle finalita' di legge, alle esigenze operative del Servizio pari opportunita' e politiche giovanili, prevedendo disposizioni prevalentemente di natura tecnica e dirette a migliorare e a semplificare le procedure amministrative;

Richiamata la legge regionale 20 marzo 2000, n. 7 (Testo unico delle norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso);

Visto l'art. 42 dello Statuto della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia;

Visti gli articoli 14 e 15 della legge regionale 18 giugno 2007, n. 17 (Determinazione della forma di governo della Regione Friuli-Venezia Giulia e del sistema elettorale regionale, ai sensi dell'art. 12 dello Statuto di autonomia);

Vista la deliberazione della Giunta regionale n. 447 dell'11 marzo 2010;

Decreta:

  1. E' emanato, per le motivazioni espresse in premessa, che si intendono qui integralmente richiamate, il 'Regolamento recante modalita' di attuazione di iniziative e interventi diretti a diffondere la cultura del rispetto tra i sessi, a garantire la piena realizzazione delle pari opportunita' tra donna e uomo, a promuovere e attuare strumenti di prevenzione e di rimozione delle discriminazioni, ai sensi dell'art. 7, comma 8, della legge regionale 21 luglio 2006, n. 12 (Assestamento del bilancio 2006 e del bilancio pluriennale per gli anni 2006-2008 ai sensi dell'art. 18 della legge regionale 16 aprile 1999, n. 7)', nel testo allegato al presente provvedimento, del quale costituisce parte integrante e sostanziale.

  2. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e farlo osservare come Regolamento della Regione.

  3. Il presente decreto e' pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione.

p. Il Presidente Il vicepresidente: Ciriani

Allegato

REGOLAMENTO RECANTE MODALITA' DI ATTUAZIONE DI INIZIATIVE E INTERVENTI DIRETTI A DIFFONDERE LA CULTURA DEL RISPETTO TRA I SESSI, A GARANTIRE LA PIENA REALIZZAZIONE DELLE PARI OPPORTUNITA' TRA DONNA E UOMO, A PROMUOVERE E ATTUARE STRUMENTI DI PREVENZIONE E DI RIMOZIONE DELLE DISCRIMINAZIONI, AI SENSI DELL'ART. 7, COMMA 8,

DELLA LEGGE REGIONALE 21 LUGLIO 2006, N. 12 (ASSESTAMENTO DEL BILANCIO 2006 E DEL BILANCIO PLURIENNALE PER GLI ANNI 2006-2008 AI SENSI DELL'ART. 18 DELLA LEGGE REGIONALE 16 APRILE 1999, N. 7).

Capo I Disposizioni generali Art. 1.

Finalita' 1. Il presente regolamento disciplina le modalita' di attuazione di iniziative e interventi...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA