DETERMINA 25 maggio 2016 - Regime di rimborsabilita' e prezzo di vendita del medicinale per uso umano «Voriconazolo Accord». (Determina n. 712/2016). (16A04333)

 
ESTRATTO GRATUITO

Per il regime di rimborsabilita' e prezzo di vendita della specialita' medicinale VORICONAZOLO ACCORD (voriconazolo) - autorizzata con procedura centralizzata europea dalla Commissione europea con la decisione del 15 dicembre 2015 ed inserita nel registro comunitario dei medicinali con i numeri: EU/1/13/835/021 50 mg - compressa rivestita con film - uso orale - blister (pvc/alluminio) - 28 × 1 compresse (dose unitaria);

EU/1/13/835/024 50 mg - compressa rivestita con film - uso orale - blister (pvc/alluminio) - 100 × 1 compresse (dose unitaria);

EU/1/13/835/027 200 mg - compressa rivestita con film - uso orale - blister (pvc/alluminio) - 28 × 1 compresse (dose unitaria);

EU/1/13/835/030 200 mg - compressa rivestita con film - uso orale - blister (pvc/alluminio) - 100 × 1 compresse (dose unitaria). Titolare A.I.C.: Accord Healthcare Limited. IL DIRETTORE GENERALE Visti gli articoli 8 e 9 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300;

Visto l'art. 48 del decreto-legge 30 settembre 2003 n. 269, convertito nella legge 24 novembre 2003, n. 326, che istituisce l'Agenzia italiana del farmaco;

Visto il decreto del Ministro della salute di concerto con i Ministri della funzione pubblica e dell'economia e finanze in data 20 settembre 2004, n. 245 recante norme sull'organizzazione ed il funzionamento dell'Agenzia italiana del farmaco, a norma del comma 13 dell'art. 48 sopra citato come modificato dal decreto n. 53 del Ministro della salute, di concerto con i Ministri per la pubblica amministrazione e la semplificazione e dell'economia e delle finanze del 29 marzo 2012;

Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165;

Vista la legge 15 luglio 2002, n. 145;

Visto il decreto del Ministro della salute dell'8 novembre 2011, registrato dall'Ufficio centrale del bilancio al registro «Visti semplici», foglio n. 1282, in data 14 novembre 2011, con cui e' stato nominato direttore generale dell'Agenzia italiana del farmaco il prof. Luca Pani, a decorrere dal 16 novembre 2011;

Vista la legge 24 dicembre 1993, n. 537, concernente «Interventi correttivi di finanza pubblica» con particolare riferimento all'art. 8;

Visto l'art. 1, comma 40, della legge 23 dicembre 1996, n. 662, recante «Misure di razionalizzazione della finanza pubblica», che individua i margini della distribuzione per aziende farmaceutiche, grossisti e farmacisti;

Vista la legge 14 dicembre 2000, n. 376, recante «Disciplina della tutela sanitaria delle attivita' sportive e della lotta contro il...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA