DELIBERA 22 novembre 2017 - Aggiornamento della delibera n. 17297 del 28 aprile 2010, recante «Disposizioni concernenti gli obblighi di comunicazione di dati e notizie e la trasmissione di atti e documenti da parte dei soggetti vigilati». (Delibera n. 20197). (17A08089)

 
ESTRATTO GRATUITO

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETA' E LA BORSA Vista la legge 7 giugno 1974, n. 216 e le successive modificazioni;

Visto il decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 e le successive modificazioni;

Visto, in particolare, l'art. 8, comma 1, del citato decreto legislativo n. 58/1998, che prevede che la Consob possa, per le materie di propria competenza, chiedere ai soggetti abilitati la comunicazione di dati e notizie e la trasmissione di atti e documenti con le modalita' e nei termini dalla stessa stabiliti;

Visto il proprio Regolamento n. 16190 del 29 ottobre 2007 recante norme di attuazione del citato decreto legislativo n. 58/98 in materia di intermediari;

Visto il Regolamento adottato congiuntamente dalla Banca d'Italia e dalla Consob del 29 ottobre 2007 in materia di organizzazione e procedure di intermediari che prestano servizi di investimento o di gestione collettiva del risparmio;

Visto il Protocollo d'intesa tra la Banca d'Italia e la Consob del 31 ottobre 2007 ai sensi dell'art. 5, comma 5-bis, del citato decreto legislativo n. 58/98;

Visto il Protocollo d'intesa tra la Banca d'Italia e la Consob dell'8 settembre 2009 per disciplinare lo scambio dati tra le due Autorita';

Vista la Delibera n. 17297 del 28 aprile 2010, contenente «Disposizioni concernenti gli obblighi di comunicazione di dati e notizie e la trasmissione di atti e documenti da parte dei soggetti vigilati» e il relativo «Manuale degli obblighi informativi dei soggetti vigilati»;

Vista la Delibera n. 19548 del 17 marzo 2016, concernente, tra l'altro, modifiche alla Delibera n. 17297 del 28 aprile 2010;

Considerato che il recepimento della Direttiva 2011/61/EU (AIFMD) ha introdotto in Italia nuove categorie di soggetti gestori (SICAF, GEFIA UE, di cui all'art. 1, lett. q-bis del TUF) e nuovi obblighi di segnalazione (art. 45 TUF «Obblighi relativi all'acquisizione di partecipazioni rilevanti o di controllo di societa' non quotate» e Annex IV del Regolamento EU n. 231/2013);

Considerato che alcuni degli attuali obblighi segnaletici in capo ai gestori rappresentano una duplicazione rispetto a quelli che vengono acquisiti dalla Banca d'Italia, ovvero possono essere reperiti da altri database/informazioni a disposizione della Consob;

Considerato che e' opportuno alleggerire gli oneri amministrativi a carico dei gestori del private equity e del venture capital alla luce della valenza strategica che tali gestori assumono nello sviluppo di canali di finanziamento...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA