DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 9 febbraio 2018, n. 24 - Regolamento recante modifiche al Testo unico delle disposizioni regolamentari in materia di incentivi e finanziamenti a favore del settore artigiano, emanato con decreto del Presidente della Regione 25 gennaio 2012, n. 33. (18R00172)

 
ESTRATTO GRATUITO

(Pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia n. 8 del 21 febbraio 2018). IL PRESIDENTE Vista la legge regionale 22 aprile 2002, n. 12 e successive modifiche ed integrazioni (Disciplina organica dell'artigianato);

Vista la legge regionale 29 dicembre 2016, n. 25 (Legge di stabilita' 2017), ed in particolare l'art. 2: comma 3, ai sensi del quale l'amministrazione regionale sostiene la realizzazione di manifestazioni e iniziative promozionali a livello regionale, promosse dalle organizzazioni degli artigiani piu' rappresentative a livello regionale, di cui all'art. 2, comma 3, della legge regionale n. 12/2002, attraverso la concessione di contributi alle organizzazioni medesime;

comma 4, ai sensi del quale con regolamento sono definiti i criteri e le modalita' per la concessione ed erogazione dei contributi di cui al comma 3;

Visto l'art. 2, comma 3 della legge regionale n. 25/2016 cosi' come modificato dall'art. 2, comma 15 della legge regionale 28 dicembre 2017, n. 45 (Legge di stabilita' 2018), ai sensi del quale l'amministrazione regionale sostiene sia la realizzazione di manifestazioni e iniziative promozionali a livello regionale che eventi informativi per il comparto produttivo artigiano;

Visto il capo VII-bis della legge regionale n. 12/2002, inserito dall'art. 2, comma 18 della legge regionale n. 45/2017, ai sensi del quale, per sostenere la competitivita' e l'innovazione tecnologica delle imprese artigiane, l'amministrazione regionale e' autorizzata a concedere contributi in conto capitale per l'ammodernamento tecnologico;

Ritenuto opportuno, anche alla luce delle richieste delle associazioni di categoria del comparto artigiano, modificare la disciplina sull'intervallo temporale di riferimento delle spese ammissibili per la linea contributiva di mostre, fiere e altre manifestazioni fieristiche, estendendolo dagli attuali nove mesi a quindici mesi;

Visto il «Testo unico delle disposizioni regolamentari in materia...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA