DECRETO 30 settembre 2020 - Disposizioni nazionali in materia di riconoscimento e controllo delle organizzazioni di produttori ortofrutticoli e loro associazioni, di fondi di esercizio e programmi operativi. (21A01091)

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE

ALIMENTARI E FORESTALI

Visto il regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013, recante organizzazione comune dei mercati dei prodotti agricoli, che abroga i regolamenti (CEE) n. 992/72, (CEE) n. 234/79, (CE) n. 1037/2001 e (CE) n. 1234/2007 del Consiglio

Visto il regolamento (UE) n. 2017/2393 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 13 dicembre 2017, che modifica i regolamenti (UE) n. 1305/2013 sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR), (UE) n. 1306/2013 sul finanziamento, sulla gestione e sul monitoraggio della politica agricola comune, (UE) n. 1307/2013 recante norme sui pagamenti diretti agli agricoltori nell'ambito dei regimi di sostegno previsti dalla politica agricola comune, (UE) n. 1308/2013 recante organizzazione comune dei mercati dei prodotti agricoli e (UE) n. 652/2014 che fissa le disposizioni per la gestione delle spese relative alla filiera alimentare, alla salute e al benessere degli animali, alla sanita' delle piante e al materiale riproduttivo vegetale

Visto il regolamento delegato (UE) n. 2017/891 della Commissione, del 13 marzo 2017, che integra il regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i settori degli ortofrutticoli e degli ortofrutticoli trasformati, integra il regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le sanzioni da applicare in tali settori e modifica il regolamento di esecuzione (UE) n. 543/2011 della Commissione

Visti, in particolare, gli articoli 3 e 29 del regolamento delegato

(UE) n. 2017/891, che consentono allo Stato membro di adottare norme complementari a quelle del regolamento stesso, per quanto riguarda il riconoscimento delle organizzazioni di produttori e delle loro unioni, nonche' l'ammissibilita' delle misure, delle azioni o delle spese nell'ambito dei programmi operativi

Visto il regolamento di esecuzione (UE) n. 2017/892 della Commissione, del 13 marzo 2017, recante modalita' di applicazione del regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i settori degli ortofrutticoli e degli ortofrutticoli trasformati

Visto il regolamento di esecuzione (UE) n. 2020/465 della Commissione, del 30 marzo 2020, recante misure di emergenza a sostegno delle organizzazioni di produttori ortofrutticoli nelle Regioni italiane Emilia-Romagna, Veneto, Trentino Alto-Adige, Lombardia, Piemonte e Friuli-Venezia Giulia, in considerazione dei danni causati alla produzione dalla cimice marmorata asiatica

(Halyomorpha halys)

Visto il regolamento delegato (UE) n. 2020/743 della Commissione, del 30 marzo 2020, che modifica il regolamento delegato (UE) n. 2017/891 per quanto riguarda il calcolo del valore della produzione commercializzata delle organizzazioni di produttori nel settore degli ortofrutticoli

Visto il regolamento di esecuzione (UE) n. 2020/600 della Commissione, del 30 aprile 2020, recante deroga al regolamento di esecuzione (UE) n. 2017/892, al regolamento di esecuzione (UE) n. 2016/1150, al regolamento di esecuzione (UE) n. 615/2014, al regolamento di esecuzione (UE) n. 2015/1368 e al regolamento di esecuzione (UE) n. 2017/39 per quanto riguarda talune misure per affrontare la crisi dovuta alla pandemia di COVID-19

Visto il regolamento delegato (UE) n. 2020/592 della Commissione, del 30 aprile 2020, recante misure eccezionali a carattere temporaneo in deroga a talune disposizioni del regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per affrontare la turbativa del mercato nei settori ortofrutticolo e vitivinicolo causata dalla pandemia di COVID-19 e dalle misure ad essa legate

Visto il regolamento di esecuzione (UE) n. 2020/532 della Commissione, del 16 aprile 2020, recante deroga, in relazione all'anno 2020, ai regolamenti di esecuzione (UE) n. 809/2014, (UE) n. 180/2014, (UE) n. 181/2014, (UE) n. 2017/892, (UE) n. 2016/1150, (UE) n. 2018/274, (UE) n. 2017/39, (UE) n. 2015/1368 e (UE) n. 2016/1240 per quanto riguarda taluni controlli amministrativi e in loco applicabili nel settore della politica agricola comune

Visto il regolamento delegato (UE) n. 2020/884 della Commissione, del 4 maggio 2020, recante per il 2020, in collegamento con la pandemia di COVID-19, deroga ai regolamenti delegati (UE) n. 2017/891 per l'ortofrutticoltura e (UE) n. 2016/1149 per la vitivinicoltura

Vista la legge 29 dicembre 1990, n. 428, recante disposizioni per l'adempimento di obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia alla Comunita' europea ed in particolare l'art. 4, che consente di adottare con decreto, provvedimenti amministrativi direttamente conseguenti a norme comunitarie di settore

Visto il decreto legislativo 18 maggio 2001, n. 228 e successive modifiche, concernente orientamento e modernizzazione del settore agricolo

Visto il decreto legislativo 27 maggio 2005, n. 102, che detta norme in materia di regolazione dei mercati, ed in particolare l'art. 3, comma 1, relativo alle forme giuridiche societarie che le organizzazioni di produttori devono assumere ai fini del relativo riconoscimento

Visto il decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali 29 agosto 2017, n. 4969, con il quale e' stata adottata la strategia nazionale in materia di riconoscimento e controllo delle organizzazioni di produttori ortofrutticoli e loro associazioni, di Fondi di esercizio e di programmi operativi per il periodo 2018-2022

Visto il decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo 27 settembre 2018, n. 9286, con il quale e' stata modificata la nuova strategia nazionale in materia di riconoscimento e controllo delle organizzazioni di produttori ortofrutticoli e loro associazioni, di Fondi di esercizio e di programmi operativi per il periodo 2018-2022, adottata con il summenzionato decreto 29 agosto 2017, n. 4969

Visto il decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali 13 agosto 2019, n. 8867, recante disposizioni nazionali in materia di riconoscimento e controllo delle organizzazioni di produttori ortofrutticoli e loro associazioni, di Fondi di esercizio e programmi

Visto il decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali 11 settembre 2020, n. 9118370, con il quale il termine del 15 settembre stabilito all'art. 17, comma 1, del citato decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali 13 agosto 2019, n. 8867, per la presentazione delle modifiche in corso d'anno dei programmi operativi, e' stato posticipato al 30 settembre 2020, limitatamente ai programmi operativi in corso al medesimo anno

Considerato che il termine del 15 settembre di ogni anno stabilito dall'art. 26 del regolamento delegato (UE) n. 2017/891 per la presentazione dei programmi operativi e delle loro modifiche per gli anni successivi, coincide con un periodo di intensa attivita' delle organizzazioni di produttori impegnate nella campagna estiva e che, pertanto, e' giustificato differire il predetto termine al 30 settembre di ogni anno

Considerato che il differimento dal 15 al 30 settembre di ogni anno per la presentazione dei programmi operativi e delle loro modifiche per gli anni successivi, comporta la necessita' di differire anche il termine a disposizione delle regioni e delle province autonome per adottare le decisioni di competenza dal 15 dicembre al 31 dicembre, in conformita' a quanto stabilito dall'art. 33 del regolamento delegato (UE) n. 2017/891

Considerato che la pandemia COVID-19 causa evidenti difficolta' all'operativita' delle organizzazioni di produttori e che, pertanto, appare opportuno differire fino al 20 ottobre 2020 il termine per la presentazione dei programmi operativi e delle loro modifiche per gli anni successivi e fino al 30 novembre il termine per la presentazione delle modifiche relative all'annualita' 2020

Ritenuto necessario aggiornare alcuni aspetti delle disposizioni nazionali in materia di riconoscimento e controllo delle organizzazioni di produttori ortofrutticoli e loro associazioni, di Fondi di esercizio e programmi operativi in conformita' al regolamento delegato (UE) n. 2017/891 e al regolamento di esecuzione

(UE) n. 2017/892 e abrogare il succitato decreto 13 agosto 2019, n. 8867

Acquisita l'intesa della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, nella seduta del 24 settembre 2020

Decreta:

Art. 1

Definizioni

  1. Fatte salve le definizioni di cui all'art. 3 del regolamento

    (UE) n. 1308/2013 e all'art. 2 del regolamento delegato (UE) n. 2017/891, ai fini del presente decreto si intende per:

    1. «Ministero»: il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali

    2. «AGEA»: l'Agenzia per le erogazioni in agricoltura

    3. «Regione»: la regione o la provincia autonoma competenti per territorio

    4. «Organismo pagatore»: l'organismo pagatore competente per territorio, riconosciuto ai sensi delle vigenti norme nazionali

    5. «OP», «AOP»: rispettivamente le organizzazioni di produttori riconosciute e le associazioni di organizzazioni di produttori riconosciute

    6. «Ente caritativo»: qualsiasi organismo riconosciuto e autorizzato a svolgere l'attivita' di cui all'art. 34, paragrafo 4, lettera a), punto i) del regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013

    7. «Regolamento di base»: il regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013

    8. «Regolamento delegato»: il regolamento delegato (UE) n. 2017/891 della Commissione del 13 marzo 2017

    9. «Regolamento di esecuzione»: il regolamento di esecuzione (UE) n. 2017/892 della Commissione del 13 marzo 2017

    10. «VPC»: il valore della produzione commercializzata determinato conformemente agli articoli 22 e 23 del regolamento delegato (UE) n. 2017/891 della Commissione del 13 marzo 2017

    11. «intervento»: tipologia di spesa definita e...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA