DECRETO 3 aprile 2018 - Revoca del consiglio di amministrazione della «La Nuova Arpi soc. coop. agricola», in Angri e nomina del commissario governativo. (18A02669)

IL DIRETTORE GENERALE per la vigilanza sugli enti, il sistema cooperativo e le gestioni commissariali Visto l'art. 2545-sexiesdecies del codice civile;

Vista la legge n. 241/1990 e successive modificazioni ed integrazioni;

Visto l'art. 1, comma 936 della legge 205 del 27 dicembre 2017;

Visto il decreto legislativo n. 165/2001, con particolare riferimento all'art. 4 secondo comma;

Visto l'art. 12 del decreto legislativo 2 agosto 2002, n. 220;

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri n. 158 del 5 dicembre 2013, «Regolarnento di organizzazione del Ministero dello sviluppo economico»;

Viste le risultanze del verbale di revisione ordinaria nei confronti della societa' cooperativa «La Nuova Arpi soc. coop. agricola» con sede in Angri (Salerno), (codice fiscale 03160200717) conclusa in data 5 ottobre 2016 e del successivo accertamento ispettivo concluso in data 3 febbraio 2017 con la proposta di adozione del provvedimento di gestione commissariale cui all'art. 2545-sexiesdecies del codice civile;

Tenuto conto che dalle risultanze ispettive e' emerso che la cooperativa era stata diffidata a sanare nel termine di sessanta giorni le irregolarita' riscontrate in sede ispettiva e che in sede di accertamento alcune di tali irregolarita' non risultavano ancora sanate e precisamente: mancato versamento dei contributi di revisione anni 2013-2014;

mancato versamento del 3% sugli utili di esercizio relativamente all'esercizio 2013-2014;

mancata nomina dell'organo di controllo contabile come stabilito dall'art. 2409-bis del codice civile e dagli articoli 1 e 21 dello statuto in rispetto delle norme previste per le S.p.A.;

Vista la nota n. 58198 trasmessa via Pec in data 8 febbraio 2018 con la quale e' stato comunicato alla cooperativa, ai sensi dell'art. 7 della legge 7 agosto 1990, n. 241, l'avvio del procedimento per l'adozione del provvedimento di gestione commissariale ex art. 2545-sexiesdecies del codice civile;

Preso atto che tale nota, risultata regolarmente consegnata nella casella di posta certificata dell'ente, non e' stata riscontrata tramite l'invio di eventuali osservazioni o controdeduzioni da parte della cooperativa;

Ritenuto assolto l'obbligo di cui all'art. 7 della legge 241/1990;

Ritenuti sussistenti i presupposti per l'adozione del provvedimento di gestione commissariale ai sensi dell'art. 2545-sexiesdecies;

Considerata la specifica peculiarita' della procedura di gestione commissariale, disposta ai sensi dell'art...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA